Menu

biologico low cost usaNegli Usa il bio diventa low cost. Walmart, la più grande catena della grande distribuzione del Paese, ha deciso di rilanciare i prodotti a marchio Wild Oats con un prezzo più basso, dunque più abbordabile. L’iniziativa riguarderà diversi generi alimentari, dalla salsa, alla pasta, fino alle spezie e alle verdure confezionate.

Walmart promette un risparmio del 25% rispetto ai prodotti bio di altre aziende. Una confezione di verdure in scatola costerà soltanto 0,88 dollari. Wild Oats è certificata dall’Usda. Il 90% dell’offerta dell’azienda è bio. Il marchio ha attuato la strategia del ribasso dei prezzi per soddisfare le richieste della clientela, sempre più alla ricerca di alimenti bio più accessibili. Secondo un sondaggio della catena, il 91% degli acquirenti Walmart prenderebbe in considerazione l’acquisto di prodotti certificati presso il rivenditore.

"Sappiamo che i nostri clienti sono interessati all'acquisto di prodotti biologici per i quali di norma si deve pagare di più " - ha dichiarato Jack Sinclair di Walmart Usa - "Stiamo cambiando e una nuova posizione sul prezzo dei prodotti biologici potrà garantire un maggiore accesso al loro acquisto. Ciò è parte del nostro impegno continuo per offrire qualità e generi alimentari a prezzi accessibili ai nostri clienti ".

Secondo Wild Oats, la collaborazione con Walmart permetterà di rendere il biologico alla portata di tutti. L’azienda si attende di ampliare il bacino della propria clientela abituale, puntando si chi vuole risparmiare senza rinunciare alla qualità. La nuova linea comprenderà circa 100 alimenti diversi che saranno privi del sovrapprezzo tipico dei prodotti bio.

L’operazione bio low cost riguarderà 2000 punti vendita Usa. I consumatori potrebbero accogliere la notizia con favore. Ma che ne sarà degli agricoltori? Come è possibile garantire un risparmio così elevato? Il timore è che una simile iniziativa possa minare i sussidi a disposizione dei coltivatori bio. Walmart promette comunque di stringere accordi di fiducia con i fornitori, in modo da offrire sui propri scaffali prodotti certificati senza rinunciare alla qualità e senza danneggiare l’economia nazionale.

E per quanto riguarda l’Italia? Negli ultimi anni i prodotti bio hanno raggiunto i supermercati e i discount. Sempre più spesso i prezzi degli articoli certificati in vendita sugli scaffali sono equivalenti o di poco superiori a quelli dei prodotti convenzionali. Si tratta probabilmente dell’effetto di una maggiore diffusione del biologico nella grande distribuzione. Del biologico low cost e della spesa intelligente avevamo parlato con Martina Di Costanzo di Bioitalia a Sana 2013.