Menu

biologico crescita italiaIn Italia il biologico cresce nonostante la crisi. Lo conferma il nuovo rapporto Bio Bank 2015, che fotografa il biologico italiano a partire da censimenti che hanno coinvolto migliaia di operatori negli ultimi cinque anni.

La crescita maggiore per quanto riguarda il comparto del biologico italiano viene associata ai ristoranti, compresi bar, gelaterie, caffetterie, gastronomie e tutti i locali in cui vengono serviti piatti a base di prodotti biologici, che sono passati dai 246 del 2010 ai 406 del 2014.

Al secondo posto troviamo gli e-commerce di alimenti biologici che sono cresciuti del 58% dal 2010 a questa parte. Al terzo posto ecco le mense scolastiche bio, che sono cresciute del 43% passando da 872 a 1249.

La crescita continua anche per i gruppi di acquisto, con un incremento del 20% e un passaggio da 742 a 891 dal 2010 al 2015. Crescono del 20% anche le aziende con vendita diretta che dal 2010 al 2014 sono passate da 2421 a 2903. La crescita per gli agriturismi è del 19% mentre i negozi bio sono cresciuti del 16%. A rimanere stabili sono soltanto i mercatini, per un totale di 221.

Il maggior numero di attività legate al biologico si trova in Emilia Romagna, Lombardia e Toscana. L'Emilia Romagna, in particolare, è al primo posto per ristoranti, vendita diretta, e-commerce e mercatini. La Lombardia si distingue invece per negozi bio, mense e gruppi d'acquisto, mentre la Toscana è la patria degli agriturismi bio.

bio bank biologico

Scarica qui il rapporto Bio Bank 2015 sulla crescita del biologico in Italia.

Marta Albè

Leggi anche:

Biofach 2015: in Italia tutti i trend del biologico

Biologico da record! Un mercato da 72 mld di dollari

GreenBiz.it

Network