Menu

consumi elettricita aprile 2014Consumi elettrici in calo nei primi 5 mesi del 2014. I dati Terna hanno rivelato che da gennaio a maggio di quest'anno, la domanda di energia elettrica ha subito una flessione del 3,4% rispetto ai valori dello stesso periodo del 2013. A parità di calendario il valore è -3,2%. Anche maggio 2014 ha fatto registrate dati negativi se messo a confronto con maggio 2013, con un -2,9%.

Nel mese appena trascorso, l'energia elettrica richiesta in Italia è stata pari a 24,9 miliardi di kWh. La domanda di energia si è ridotta del 2,3% rispetto al corrispondente mese del 2013, a parità di temperatura media mensile ma con un minor numero di giorni lavorativi (21 contro 22). Tale valore infatti è al netto del giorno lavorativo in meno.

La tabella che segue mostra la richiesta di energia elettrica in Italia nel mese di maggio rispetto allo stesso mese dell'anno precedente. Come è possibile notare, l'idroelettrico ha subito un calo rilevante, pari al 9,1%, superato però dall'eolico che ha perso quasi 24 punti percentuali.

Risultati positivi invece per il settore fotovoltaico e geotermoelettrico che hanno fatto registrare una variazione rispettivamente del 10,4 e del 3,5%. In negativo il saldo di energia con l'estero (-3,2 %). In dettaglio, la produzione nazionale netta (22,2 miliardi di kWh) è calata del 3,2% rispetto a maggio 2013. Sono in crescita le fonti di produzione fotovoltaica (+10,4%) e geotermica (+3,5%). In calo, invece, le fonti eolica (-23,8%), idrica (-9,1%) e termoelettrica (-0,2%).

1dati terna maggio 2014

I 24,9 miliardi di kWh richiesti nel mese di maggio 2014 sono distribuiti per il 47,1% al Nord, per il 28,9% al Centro e per il 24,0% al Sud. A livello territoriale, la variazione della domanda di energia elettrica nel mese di maggio è stata ovunque negativa: -3,7% al Nord, -2,6% al Centro e -1,4% al Sud. Secondo Terna, inoltre, a maggio 2014 la domanda di energia elettrica è stata soddisfatta per l'88,1% con produzione nazionale e per la quota restante (11,9%) con quella scambiata con l'estero.

3dati terna maggio 2014

Nei primi cinque mesi dell'anno, inoltre, il valore cumulato della produzione netta (109.002 GWh) è stato in calo del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2013 ma il saldo estero è positivo (+5,8%).

La tabella che segue mostra i dati relativi al periodo considerato e la variazione rispetto al 2013.

2dati terna maggio 2014

Dal 1° gennaio al 31 maggio 2014, dati positivi arrivano dal settore idroelettrico e geotermoelettrico, con una variazione del 15,4% e del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2013. Il calo di 12 punti percentuali il termoelettrico. Risultati positivi da parte del fotovoltaico con 8.962GWh contro gli 8.088 dello scorso anno (+10,8).

Anche ad aprile era stato registrato un calo dei consumi, ma il dato positivo è stato l'aumento della quota delle rinnovabili.

Per consultare il Rapporto mensile sul sistema elettrico, clicca qui

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Energia elettrica, Terna: calano i consumi ad aprile ma crescono le rinnovabili

Energia elettrica: Terna, calo del 6,2% della domanda nel mese di giugno 2013

Terna: a luglio un terzo dell'energia è stata rinnovabile

GreenBiz.it

Network