Menu

fonti rinnovabili elettricheA settembre, la quota degli incentivi per le rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico non è cambiata. Il Gse ha aggiornato ieri il Contatore del costo indicativo annuo degli incentivi assegnati mostrando che la cifra è rimasta di 5,403 miliardi di euro.

La stessa registrata il mese scorso e aggiornata al 31 agosto 2014. Se 300 milioni erano stati fatti fuori durante i mesi estivi, adesso la situazione sembra aver subito una battuta d'arresto. A maggio tale cifra si era attestata sui 5,037 miliardi di euro, a luglio era pari a 5,079.

Va ricordato che il contatore considera gli oneri di incentivazione imputabili agli impianti incentivati con il provvedimento CIP 6, con i Certificati Verdi e con le Tariffe Onnicomprensive secondo quanto stabilito dal D.M. 18/12/2008. Gli incentivi vengono distribuiti agli impianti ammessi ai registri in posizione utile o vincitori delle procedure d'asta ai sensi del D.M. 6/7/2012 e agli impianti i cui Soggetti Responsabili hanno presentato richiesta di ammissione agli incentivi del D.M. 6/7/2012 dopo l'entrata in esercizio.

Il Gestore dei servizi energetici ha reso noto anche che le tariffe incentivanti base, indicate per ciascuna fonte, tipologia di impianto e classe di potenza nella Tabella 1.1 dell'Allegato 1 del D.M. 6 luglio 2012, non subiranno la decurtazione del 2% prevista dal decreto, almeno per il 2015 e il 2016.

In particolare, la decurtazione non si applicherà nel caso in cui nell'anno precedente, la potenza complessivamente assegnata tramite le procedure di Aste e Registri sia stata inferiore all'80% della somma delle potenze disponibili per lo stesso anno.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Incentivi rinnovabili, Gse aggiorna contatore: rimangono meno di 400 mln

Incentivi rinnovabili, aggiornato il contatore Gse: -700 milioni alla fine

Incentivi rinnovabili: aggiornato contatore Gse

GreenBiz.it

Network