Menu

giappone nuovonucleareIl Giappone ci ricasca e strizza di nuovo l'occhio al nucleare. Ok a due nuovi reattori nella zona industriale di Kansai. L'approvazione per la Kansai Electric Power Co, meglio nota come Tepco, è la seconda che la Nra (Nuclear Regulation Authority) ha concesso dopo quattro anni dal disastro di Fukushima.

I due nuovi reattori verranno avviati nella parte centro-meridionale del paese e rappresenteranno le nuove omologazioni nucleari dal 2011. Quando l'atomo sembrava ormai accantonato da questa parte di mondo, ritorna l'incubo, come se Fukushima non avesse insegnato nulla.

"In termini di aspetti tecnici, approviamo la compatibilità dei reattori con nuove norme sulla sicurezzaha detto l' Authority in una relazione di 433 pagine. I commissari dell'NRA hanno così approvato il progetto.

Il rapporto NRA arriva giorni dopo che il primo ministro Shinzo Abe aveva conquistato la rielezione con la promessa di rilanciare l'economia. Abe non ha nascosto che l'energia nucleare sia una parte fondamentale del mix energetico del Giappone, ma secondo i sondaggi la popolazione non è dello stesso avviso. E il riavvio dei reattori dovrà anche affrontare sfide legali.

Gli impianti nucleari producevano oltre il 25 per cento dell'energia elettrica del Giappone prima del terremoto e dello tsunami che a marzo 2011 hanno colpito l'impianto di Fukushima.

La Prefettura di Fukui è nella regione del Kansai, a nord di Osaka e Kyoto, sulla costa del Mar del Giappone. I suoi 14 reattori, la più alta concentrazione al mondo, forniscono energia alle grandi città e alle industrie della regione.

Secondo le autorità giapponesi, l'assenza di energia nucleare ha avuto costi elevati, per sostituire la fonte energetica con le importazioni di combustibile, ed in particolare gas naturale liquefatto. Il governo ha stimato che le società elettriche regionali abbiano sborsato 30,7 miliardi di dollari nel 2013 rispetto al bilancio del 2010, prima di Fukushima.

E le rinnovabili? Non sono una valida alternativa alle fossili e all'atomo? Così sembrava all'indomani di Fukushima, coi nuovi impianti fotovoltaici da record ad esempio. Ma evidentemente la memoria delle lobby dell'energia è piuttosto corta.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Giappone: il bivio nucleare in un referendum

Fotovoltaico: in Giappone nuovo impianto da record. Ma si riaffaccia il nucleare

Il Giappone non impara e torna al nucleare: Sendai verso riaccensione

GreenBiz.it

Network