Menu

centraleucrainaUn incendio è divampato all'improvviso in una centrale nucleare del sud dell'Ucraina. A confermarlo è stata l'agenzia del paese Energoatom.

Le fiamme sarebbero state domate circa un'ora e 40 minuti dopo alle 23.43 ora locale e avrebbero interessato un'area di circa 100 metri quadri. Rassicurano le autorità che l'evento non ha creato problemi all'impianto in generale e al funzionamento delle unità di potenza. Nessun rischio di radiazione, spiega Energoatom.

La radiazione del sito industriale del Sud-Ucraina rimane al livello naturale, com'era registrato prima della messa in funzione della centrale nucleare, e pari a 11,4 μR / h” sostiene “La quantità di materiali radioattivi rilasciati nell'ambiente non supera i livelli consentiti stabiliti”.

La centrale si trova nella parte meridionale del paese, sulle rive del fiume Pivdennyi Buh nei pressi della città di Yuzhnoukrayinsk, nella regione di Mykolayiv.

Il paese aveva già fatto parlare di sé anche lo scorso anno, quando un altro incendio all'inizio di dicembre aveva colpito la centrale nucleare di Zaporizhzhya, la più grande d'Europa. Nonostante le rassicurazioni da parte di tre funzionari del ministero delle emergenze dell'Ucraina, del ministero dell'energia e dei rappresentanti dell'impianto sul fatto che non ci fosse stata alcuna perdita, sono state rese note poi alcune indiscrezioni che hanno rivelato un picco di radiazioni negli ultimi due giorni, che superavano di 16 volte i limiti consentiti dalla normativa.

Ma le autorità ucraine hanno negato la fuga radioattiva: “L'impianto funziona normalmente, non ci sono stati incidenti”, aveva detto un funzionario del ministero dell'energia.

Russia e Ucraina stanno attraversando una delle fasi peggiori nei rapporti dopo l'annessione di Mosca della Crimea. Nel settore nucleare, Mosca e Kiev sono in disaccordo sulle forniture di combustibile nucleare dopo che l'Ucraina aveva detto di voler sostituire alcune forniture russe con quelle della società statunitense Westinghouse.

E adesso, dopo l'ultimatum che la Russia ha inviato all'Europa, i timori che l'Ucraina possa cercare altre fonti di energia, e l'atomo in particolare, sono più concreti.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Incidente nucleare in Ucraina: investitori scappano dai bond

Russia, Ucraina, Europa ed energia. Come finirà?

GreenBiz.it

Network