Menu

obama budget ambiente 0Il Presidente americano Barack Obama ha appena presentato al Congresso una ambiziosa proposta per il budget 2016 che, tra le numerose voci, prevede anche incentivi fiscali alle fonti rinnovabili, bilanciati da un netto taglio alle esenzioni di cui godono le fonti fossili.

Giunto ormai alla seconda metà del suo secondo (e ultimo) mandato, Obama sembra voler puntare molto sull'impegno in favore dell'ambiente, promuovendo una serie di misure senza precedenti, che vanno ad aggiungersi al pacchetto di norme sul clima già messo appunto nel corso degli ultimi mesi.

Complessivamente, la proposta del Presidente destina al settore delle energie e tecnologie pulite circa 7,4 miliardi di dollari, su un bilancio totale di ben 4 trilioni.

Scendendo nel dettaglio, il budget 2016 prevede l'istituzione di un fondo del valore di 4 miliardi di dollari che, nei prossimi dieci anni, dovrà aiutare gli Stati federati a far rispettare i livelli previsti dalla Environment Protection Agency per le emissioni industriali.

Obama stabilisce poi un aumento del 5,8% dei fondi attualmente a disposizione dell'EPA e una ristrutturazione complessiva del budget dell'agenzia, in modo da tagliare alcune voci di spesa e privilegiare l'applicazione delle norme che riguardano il clima.

Il Presidente prevede inoltre uno stanziamento di oltre un miliardo di dollari per promuovere, a livello globale, misure più stringenti nella lotta ai cambiamenti climatici: una parte di tale somma dovrebbe essere destinata al Green Climate Fund voluto dalle Nazioni Unite.

Contestualmente, Obama propone l'estensione permanente delle esenzioni fiscali già previste in favore di eolico e solare, "compensandola" con la cancellazione degli sgravi destinati a gas, petrolio e carbone.

Dal punto di vista ambientale, la proposta formulata dal Presidente è sicuramente articolata e ambiziosa. Tuttavia, per poter diventare realtà, dovrà essere approvata dal Congresso, con i Repubblicani – contrari sia agli incentivi alle rinnovabili che all'aumento della tassazione sulle fossili, oltre che a qualsiasi misura collegata al tema dei cambiamenti climatici - già pronti a dare battaglia: il loro obiettivo dichiarato è bloccare il budget, in modo da minare e depotenziare l'intero pacchetto di misure che riguardano il clima.

Ed è più che realistico pensare che, disponendo della maggioranza dei deputati, i Repubblicani riusciranno almeno in parte nel loro intento.

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Obama, cambiamenti climatici minaccia peggiore per le future generazioni (VIDEO)

Cambiamenti climatici: il piano Usa per aumentare la resilienza urbana

Cambiamenti climatici: la svolta di Obama per ridurre le emissioni

Cambiamenti climatici: 1 mld di dollari per la resilienza nel budget 2015 di Obama

GreenBiz.it

Network