Menu

energie rinnovabilii

I target per le energie rinnovabili e le altre politiche di sostegno, ormai in atto in 164 paesi, hanno alimentato la crescita di solare, eolico e di altre tecnologie rinnovabili portando la capacità di generazione di energia a numeri da record nel 2014: circa 135 GW di potenza rinnovabile aumentando la capacità totale installata di 1,712 GW. Una crescita dell'8,5% rispetto all'anno precedente.

È quanto emerge dal Renewables 2015 Global Status Report, la nuova analisi condotta da Ren21.

Nonostante l'aumento del consumo energetico mondiale annuo dell'1,5% e la crescita del 3% del prodotto interno lordo, i livelli di biossido di carbonio (CO2) nel 2014 sono rimasti invariati rispetto a quelli del 2013.

E per la prima volta in quattro decenni, l'economia mondiale è cresciuta senza un parallelo aumento delle emissioni di CO2.

Merito soprattutto delle rinnovabili, che nel 2014 hanno rappresentato circa il 59 per cento della nuova capacità.

Le energie rinnovabili e una migliore efficienza energetica sono fondamentali per limitare il riscaldamento globale a due gradi Celsius ed evitare pericolosi cambiamenti climatici” ha commentato Arthouros Zervos, a capo di Ren21.

GSR2015 Figure2

Grazie alle politiche di sostegno attualmente in vigore in almeno 145 paesi (contro i 138 paesi della passata edizione) la capacità di generazione elettrica in tutto il mondo dall'eolico, dal fotovoltaico e dall'idroelettrico è aumentata da 128 GW del 2013 ai 135 del 2014. Le rinnovabili hanno coperto il 27,7% della capacità di produzione di energia del mondo, abbastanza per soddisfare il 22,8% della domanda di energia elettrica globale.

GSR2015 Figure4

Cina, Stati Uniti, Brasile e Germania sono stati i primi quattro paesi per quantità di energia, davanti alla Spagna e l'Italia entrambe al quinto posto, seguite da Giappone e India.

GSR2015 Figure28

FOTOVOLTAICO ED EOLICO – Il solare è cresciuto più velocemente nell'ultimo decennio, al tasso di 48 volte rispetto al 2004 (3,7 GW) in relazione al 2014 (177 GW). Bene anche l'eolico con una capacità 8 volte superiore rispetto ai numeri del 2004 (48 GW nel 2004 contro 370 GW nel 2014).

INVESTIMENTI – I nuovi investimenti globali a favore delle rinnovabili sono aumentati del 7% rispetto al 2013, arrivando a 270,2 miliardi di dollari. Considerando anche l'idroelettrico su larga scala, hanno raggiunto 301 miliardi. In generale, i nuovi investimenti globali a favore della capacità di energia rinnovabile sono stati più del doppio rispetto a quelli a favore dei combustibili fossili.

GSR2015 Figure1

Gli investimenti nei paesi in via di sviluppo sono aumentati del 36% rispetto all'anno precedente, arrivando a 131,3 miliardi di dollari.

La Cina ha rappresentato da sola il 63% degli investimenti, mentre Cile, Indonesia, Kenya, Messico, Sud Africa e Turchia hanno investito più di 1 miliardo di dollari nelle energie rinnovabili.

In termini di dollari spesi, i paesi leader sono stati la Cina, gli Stati Uniti, il Giappone, il Regno Unito e la Germania. A guidare i paesi per gli investimenti rispetto al PIL pro capite sono stati Burundi, Kenia, Honduras, Giordania, e Uruguay.

La crescita del settore potrebbe essere ancora maggiore se gli oltre 550 miliardi di dollari in sussidi annuali per combustibili fossili ed energia nucleare fossero eliminati.

GSR2015 Figure5

OCCUPAZIONE - Il numero di occupati nel campo delle energie rinnovabili sta crescendo rapidamente. Nel 2014, si stima che 7,7 milioni di persone in tutto il mondo hanno lavorato direttamente o indirettamente nel settore.

Nonostante la spettacolare crescita della capacità di energia rinnovabile nel 2014, più di un miliardo di persone, ovvero il 15% dell'umanità, non hanno ancora accesso all'elettricità. Con una capacità installata di circa 147 GW, tutta l'Africa ha meno capacità di generazione della Germania.

“Deve essere rivolta maggiore attenzione al ruolo che la distribuzione delle tecnologie per le energie rinnovabili può svolgere nel ridurre questi numeri, fornendo i servizi energetici essenziali nelle aree remote e rurali”.

Per il report completo, clicca qui

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Rinnovabili da record: prima fonte di energia in Germania nel 2014

GreenBiz.it

Network