Menu

Obama rinnovabili

Obama contro i combustibili fossili: il Presidente degli Usa Barack Obama ha apertamente accusato gli stakeholder del settore combustibili fossili di frenare lo sviluppo e l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile al fine di proteggere i loro interessi e lo status quo, che però, secondo il Presidente, non è il futuro.

“Questo non è lo stile americano - ha detto Obama in un discorso nel corso della Green Energy Conference a Las Vegas - Questo è il passato contro il futuro. L’America crede nel futuro”. E si scaglia contro chi, secondo lui, è totalmente incoerente prodigandosi per il libero mercato solo quando non vengono toccate le rinnovabili, che minano altri interessi.

In accordo con quanto detto, il Presidente degli Usa ha annunciato anche nuove azioni concrete e altri sforzi volti a rendere più facile per i proprietari di abitazioni e imprese a investire in upgrade nella direzione della green energy, che in passato potevano essere troppo costosa o comunque non sostenibile.

Tali azioni, tra le quali l’incentivazione di prestiti per le ristrutturazioni green, sono progettate, stando alle parole di Obama, per costruire una centrale elettrica pulita, già annunciata all’inizio del mese, allo scopo di ridurre di un terzo le emissioni di anidride carbonica prodotta dalle centrali elettriche a carbone.

L’obbiettivo degli Usa resta quello di effettuare un taglio di emissioni in atmosfera nei prossimi dieci anni dal 26 al 28 per cento per combattere i cambiamenti climatici e incoraggiare altri paesi a fare altrettanto. Ma per far questo è necessario agire sull’accessibilità economica. Il segretario dell’Housing and Urban Development Julian Castro ha precisato in proposito che il piano “colpisce il punto debole”, rendendo l’energia pulita alla portata di tutti.

Le mosse potrebbero concretizzarsi in pannelli solari sui tetti delle case, un tempo appannaggio quasi esclusivo degli attivisti nel settore ambientale, o altre innovazioni di energia rinnovabile. Tuttavia l’opposizione, rappresentata da Rob Bishop, presidente del Comitato della Camera per le risorse naturali, ha detto di contro che le politiche di Obama si stanno traducendo in un aumento dei costi e una diminuzione delle opzioni di scelta per tutti gli americani e soprattutto le comunità più svantaggiate.

E la verità non sarà svelata, purtroppo, a breve termine.

Roberta De Carolis

Foto: US News

Credits: AP Photo/Andrew Harnik

LEGGI anche:

- Obama, al via nel 2016 incentivi fiscali per rinnovabili

- Cambiamenti climatici: la riforma di Obama punta sulle rinnovabili

- Cambiamenti climatici: ecco di cosa moriremo se non fermiamo l’apocalisse

GreenBiz.it

Network