Menu

turbineinfilaL’International Energy Agency ha rivisto al rialzo le stime sulla diffusione delle energie pulite nei prossimi 5 anni, riconoscendo l’impegno di Paesi chiave nello sviluppo di politiche a supporto della transizione energetica. Lo scorso anno le rinnovabili hanno sorpassato il carbone e si avviano ad essere la fonte di produzione di energia elettrica più sfruttata nel mondo.

I dati sono contenuti nel “Medium-Term Renewable Market Report e svelano una crescita del 13% in più tra il 2015 e il 2021 rispetto a quanto inserito nelle previsioni dello scorso anno. In particolare, sono le politiche adottate in Usa, Cina, India e Messico ad aver portato l’Iea ad essere più ottimista.

Nello stesso periodo i costi sono previsti in netto calo, fino ad un quarto per il fotovoltaico e del 15% nel caso dell’eolico onshore. Lo scorso anno è stato un punto di svolta per le rinnovabili.

Eolico e solare hanno rappresentato più della metà della nuova capacità installata nel mondo, con un record di 153 GW, il 15% in più rispetto all’anno precedente. Quest’accelerata è dovuta soprattutto ai record di capacità ulteriore installata eolica (66 GW) e fotovoltaica (49 GW).

Ogni giorno sono stati installati in tutto il mondo circa mezzo milione di pannelli solari. In Cina sono state installate 2 turbine eoliche all’ora nel 2015.

Ma perché questi risultati da record? Per l’Iea i fattori chiave sono vari: mercato più competitivo, politiche di supporto efficaci, miglioramento tecnologico. E anche la lotta ai cambiamenti climatici ha contribuito a spingere l’acceleratore sulle rinnovabili. In molti Paesi è un imperativo il taglio delle emissioni rapido e aumentare la quota di rinnovabili nel mix energetico è una soluzione ideale per raggiungere gli obiettivi.

Nei prossimi 5 anni le energie pulite rimarranno la fonte a tasso di crescita più elevato, con un peso nel mix energetico globale che arriverà al 28% nel 2021 (nel 2015 era del 23%). Entro lo stesso anno la produzione di energia elettrica arriverà a superare i 7600 TWh.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Emissioni di Co2 record per il 2016, ma possiamo fermarle

Operativo nel 2018 il parco idro-eolico che produrrà energia anche senza vento

Spegnere le centrali a carbone per salvare il Pianeta. L'allarme del presidente della World Bank

GreenBiz.it

Network