Menu

lyongroupEntro fine anno in Australia, nella regione della Riverland, sorgerà un grandissimo parco solare che comprende anche un ampio sito di stoccaggio di energia. Valore: 1 mld di dollari. Una svolta per un Paese che fatica a dare alle rinnovabili l’importanza che dovrebbero avere nel mix energetico

Secondo la Lyon Group, che svilupperà il sito di stoccaggio, sarà il progetto di utilizzo di batterie più grande del mondo nella sua categoria, con 3,4 mln di pannelli solari e 1,1 mln di batterie.

Nei prossimi mesi inizierà la costruzione del sito. Sarà finanziato da vari investitori e realizzato su terreni di privati a Morgan. Per dirla con le parole di David Green, partner della Lyon Group, sarà sicuramente un “significativo stimolo” per l’intero Sud dell’Australia, anche perché il mercato delle rinnovabili in quell’area potrebbe scoprire un nuovo segmento al quale interessarsi, quello della combinazione con i sistemi di stoccaggio.

Sempre secondo Green, è evidente la necessità di realizzare progetti su larga scala che uniscano la forza delle rinnovabili – il solare – e delle novità offerte dalle batterie. Sono proprio questi grandi progetti che permetteranno al Paese di muoversi verso la decarbonizzazione e l’unico ostacolo sono decisioni a breve termine privi di sguardi verso un futuro lontano.

Anche per il premier Jay Weatherill questo progetto “rappresenta il futuro”, con i suoi 330 MW di energia prodotta e almeno 100 MW di energia immagazzinata.

E proprio la Lyon Group è tra quelle che hanno espresso interesse nella costruzione di un sistema di stoccaggio da 100 MW come parte del progetto del governo del Sud Australia da poco oggetto di un annuncio; sarà finanziato con fondi destinati alle rinnovabili e all’innovazione tecnologica in questo settore con 150 mln di dollari. Nelle prossime settimane tutte le proposte e i progetti delle società interessate saranno valutati.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Australia: il piano per le nuove centrali a carbone costa il doppio delle rinnovabili

I tram di Melbourne a energia solare entro il 2018

Cambiamenti climatici: Australia maglia nera del G20

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network