Menu

usa investono nucleareSebbene il nuovo piano Obama per i cambiamenti climatici punti molto sulle rinnovabili, gli Stati Uniti non smettono di credere anche nell'energia nucleare. Il Dipartimento dell'Energia, infatti, ha appena stanziato 3,5 milioni di dollari per finanziare la ricerca pubblico-privata.

Gli stanziamenti, però, assomigliano molto a una classica misura di stimolo dell'economia. A ricevere i soldi, infatti, saranno solo società americane: General Atomics, GE Hitachi, Gen4 Energy e Westinghouse. Li useranno per fare ricerca sui reattori di prossima generazione, quelli che sostituiranno gli attuali reattori ad acqua leggera.

Nei piani del Governo americano nucleare e riduzione delle emissioni vanno a braccetto, come spiega il titolare dell'Energia Ernest Moniz: "La ricerca pubblico-privata nei reattori nucleari avanzati aiuterà ad accelerare la leadership americana nelle tecnologie nucleari di nuova generazione e permetterà al nucleare low-carbon di restare un contribuente significativo nell'economia energetica degli Stati Uniti".

Nello specifico, General Atomics condurrà la ricerca e lo sviluppo sui materiali compositi in carburo di silicio, che potrebbero rappresentare la soluzione futura per i rivestimenti delle barre di combustibile nucleare dei reattori di nuova generazione.

GE Hitachi, invece, svilupperà i materiali ad alto isolamento termico e gli strumenti di analisi necessari a disegnare e produrre le pompe elettromagnetiche per i reattori raffreddati a metallo liquido (i famigerati reattori di IV generazione).

Gen4 Energy farà ricerca e sviluppo sui reattori a circolazione naturale che usano un mix di piombo e bismuto per il raffreddamento mentre Westinghouse studierà la termoidraulica del sodio nei nuovi reattori.

Peppe Croce

GreenBiz.it

Network