Menu

EU2015.lv ENG CMYKRiforma del mercato delle emissioni di carbonio e della legislazione UE sui biocarburanti. Sono le due priorità della Lettonia nei sei mesi alla guida del Consiglio dei ministri dell'UE, insieme ai regolamenti per i dispositivi medici e una possibile strategia contro l'alcol.

Ambiente e salute, quindi, saranno il banco di prova di questa presidenza, secondo quanto riferito dai ministri dell'Ambiente, Kaspars Gerhards, e della Salute, Guntis Belēvičs, agli eurodeputati della commissione ENVI.

La Presidenza si impegna a creare una riserva per migliorare la stabilità del mercato delle emissioni di carbonio dell'UE. La discussione probabilmente inizierà in primavera. Il Consiglio europeo del 23-24 ottobre ha approvato i nuovi obiettivi clima energia al 2030, confermando -40% quale target di riduzione per le emissioni.

Le Conclusioni garantiscono continuità alle misure contro il carbon leakage attualmente in uso e riconfermano l'appoggio all'introduzione di una Riserva di Stabilità del Mercato che possa rendere l'EU ETS più efficiente e resiliente agli shock derivanti da mutamenti del contesto macroeconomico. Introducono inoltre alcune novità che aprono la strada a una maggiore osmosi tra obblighi ETS e "non-ETS", come ricorda anche il Gse.

Sulla riforma della normativa UE sui biocarburanti, Gerhards ha detto:

"speriamo di raggiungere un accordo tra i due legislatori, un acordo che possa fare chiarezza per gli operatori e per la politica europea sui biocarburanti, attraverso un approccio equilibrato alla generazione sostenibile di biocarburanti". Importante anche spingere sui piani per l'aria più pulita, limitando le emissioni di inquinanti degli impianti di combustione di medie dimensioni, sui quali la presidenza intende raggiungere un accordo con il Parlamento.

Roberta Ragni

Leggi anche:

10 scommesse sulla green economy della Lettonia per la Presidenza UE

GreenBiz.it

Network