Menu

energia_elettricaNovità nel campo della produzione di energia efficiente destinata ai piccoli consumatori. Energifera, azienda con sede a Imola (Bo), ha deciso di mettere a punto impianti che permettono di rendere fruibili i vantaggi della cogenerazione a tutte le tipologie di utenza, anche a quelle caratterizzate da minimi di consumo ridotti.

La cogenerazione è la produzione combinata di energia elettrica e di calore con lo stesso impianto. Il suo grande vantaggio è che il calore prodotto durante la generazione di energia non viene disperso, ma recuperato e utilizzato. Ciò significa che a parità di energia elettrica e termica utilizzate, i consumi di metano e di conseguenza i costi della bolletta, così come le emissioni di C02, sono molto inferiori rispetto a quelli di un impianto convenzionale.

Fino a oggi però i vantaggi della cogenerazione erano fruibili efficacemente solo dalle grandi utenze, cioè le grandi industrie e i grandi consumatori. I cogeneratori tradizionali, infatti, diventano meno convenienti rispetto all’acquisto di elettricità dalla rete se l’utente riduce periodicamente le proprie richieste di energia.

A questo proposito Roberto Pettinari, general manager dell’azienda, spiega: “Con la tecnologia tradizionale, le Pmi che hanno consumi variabili nel tempo non sono incentivate a dotarsi di un impianto di cogenerazione. Attraverso la versione “micro” da noi brevettata, che si adatta ai livelli di consumo del cliente, tutte le fasce di utenza del settore terziario e residenziale saranno in grado di erogare con un unico sistema elettricità, calore e condizionamento.”

Energifera con la sua offerta si rivolge quindi sia agli utenti domestici (abitazioni isolate, condomini, case a schiera) che alle piccole e medie imprese pubbliche e private di tutti i settori (alberghi, ospedali, scuole, centri sportivi, comuni) che intendano risparmiare, avere la garanzia di una fornitura energetica di qualità, divenire energeticamente autonomi e contribuire alla tutela dell’ambiente riducendo le proprie emissioni di gas ad effetto serra.

Ma non è tutto, Energifera propone anche soluzioni per l’elettrificazione ibrida. La più nuova è Energifera Plus, una macchina per la generazione elettrica e la gestione di microreti isolate (piccole reti che riproducono al loro interno la struttura del sistema di produzione e di distribuzione dell’energia,diffuse in particolare nelle zone remote e isolate dalla rete elettrica: isole, rifugi montani, fattorie etc.). Un impianto ibrido associa due o più sistemi di generazione elettrica e può essere realizzato anche con l’utilizzo di fonti rinnovabili, ad esempio un impianto fotovoltaico o un generatore eolico. In questo caso Energifera Plus consente l’ integrazione di queste fonti energetiche tipicamente intermittenti, permettendone così la massimizzazione dell'efficienza.

Paola Valeri

GreenBiz.it

Network