Menu

eolico usa offshoreEntro il 2030, gli Usa potrebbero aggiungere almeno 54 gigawatt di capacità eolica off-shore, secondo un nuovo studio finanziato dal Department of Energy (DOE) americano.

Il “National Offshore Wind Energy Grid Interconnection Study (NOWEGIS)” è stato realizzato dai ricercatori dell'ABB, del National Renewable Energy Lab (NREL), della Duke Energy, di AWS TruePower e dell'Università di Swanson.

Il team di ricerca ha utilizzato il Sistema Regionale di distribuzione dell'energia (Regional Energy Deployment System – REDS), il modello per la generazione e la trasmissione di energia elettrica incrociandolo con i rendimenti dell'energia eolica off-shore e i tempi per la distribuzione di 54 GW di produzione di energia elettrica.

I risultati dello studio indicano che i primi 5 GW di energia eolica offshore potrebbero essere aggiunti entro un decennio utilizzando tecnologie di raccolta e di interconnessione già esistenti. Letto sotto un'altra chiave, gli Stati Uniti hanno sufficienti risorse di energia eolica off-shore per legittimare l'installazione di almeno 54 gigawatt (GW) di nuova capacità entro il 2030.

doe1

Il Nowegis si è focalizzato su due obiettivi principali. la riduzione del costo dell'energia eolica offshore e quello della la timeline di distribuzione. Secondo la relazione, inoltre, si potrebbe generare una maggiore quantità di energia eolica se si potessero utilizzare zone attualmente escluse come le rotte marittime commerciali.

doe3

A livello nazionale, lo studio ha calcolato che se davvero gli Usa riuscissero ad aggiungere 54 GW di energia eolica offshore entro i prossimi 25 anni, si potrebbero ridurre i costi di produzione di energia elettrica nazionali annuali di circa 7,68 miliardi dollari.

doe4

Ma ciò dipenderà anche da politiche statali, federali e dai miglioramenti tecnologici. Le prime, secondo il Doe, possono incoraggiare la distribuzione eolica offshore con la creazione di nuova domanda attraverso standard che stabiliscono i requisiti per l'acquisto di eolico offshore come parte di un portafoglio di energia rinnovabile.

Inoltre, ulteriori miglioramenti tecnici da parte del governo, dell'industria e del mondo accademico in tecnologie quali cavi, piattaforme offshore e convertitori ad alta tensione in corrente continua, contribuirebbero ad accelerare la commercializzazione e la distribuzione di energia eolica offshore.

E gli Usa, dal canto loro sono già sulla strada giusta. Di recente, sempre il Dipartimento dell'Energia ha annunciato che 14 grandi progetti di questo tipo sono già in fase avanzata.

Clicca qui per la sintesi e il rapporto completo

Francesca Mancuso

Foto: Energy.gov

LEGGI anche:

Eolico: gli Usa scommettono su 14 progetti offshore all’avanguardia

Eolico offshore: dagli Usa un nuovo prototipo di turbina per acque profonde

Eolico: i parchi off-shore domano la forza degli uragani (VIDEO)

GreenBiz.it

Network