Menu

google eolico hawaiiGoogle spera di avviare u nuovo progetto pilota dedicato all’eolico sulla maggiore delle isole Hawaii. Si tratta di utilizzare delle innovative turbine eoliche volanti che potrebbero ridurre i costi dell’energia e l’utilizzo di nuovo terreno.

Il progetto verrà condotto da Makani Power, che Google ha acquistato lo scorso anno e che ha deciso di inserire nella propria divisione Google X. Makani realizza turbine eoliche volanti, simili ad aquiloni, in grado di catturare energia dai venti di alta quota.

Alden Woodrow, che si trova a capo di Google X, negli ultimi giorni ha incontrato le aziende e i membri delle comunità locali per discutere del progetto pilota, che dovrebbe prendere il via tra circa un anno, a Sud di Waimea. Google UK nel frattempo ha già sottolineato i potenziali benefici di questa tecnologia, in grado di fornire energia rinnovabile affidabile alla rete elettrica.

Peter Fitzgerald, direttore vendite di Google UK, ha spiegato che gli “aquiloni” potrebbero ridurre i costi di costruzione delle turbine eoliche tradizionali e dell’energia rinnovabile, tagliando innanzitutto la necessità di acquisto di grandi quantità di acciaio.

Le nuove turbine supererebbero le restrizioni dei vecchi modelli, che sarebbero adatti soltanto nel 15% del mondo, dove il vento soffia abbastanza velocemente. Le strutture “Kite” sono in grado di volare nell’aria seguendo una traiettoria circolare e producendo energia dalle correnti d’aria. Un cavo permette di inviare l’energia verso terra.

Una turbina convenzionale è alta circa 500 metri, mentre una turbina “Kite” può innalzarsi fino a superare i 1000 metri dal suolo. Un’idea che sarebbe in grado di eliminare le centinaia di tonnellate di acciaio, cemento e fibra di vetro di solito necessarie per le turbine eoliche.

I test verranno condotti su un modello che Makani ritiene commercialmente valido. Ci si attende di generare l’energia necessaria ad alimentare circa 300 abitazioni. La sicurezza è la priorità assoluta per Makani, quindi verranno eseguiti molti test prima di lanciare le turbine eoliche volanti sul mercato.