Menu

eolico awea eweaCresce l'eolico negli Usa. In particolare, nel quarto trimestre del 2014 è stata registrata una crescita del settore con una quantità di energia eolica prodotta quattro volte maggiore rispetto a quella del 2013. In Europa invece l'industria dell'eolico offshore ha visto nuovi impianti di capacità da 84 MW, stabilizzando i risultati record ottenuti l'anno precedente.

È quanto emerge dalle analisi di Awea (American Wind Energy Association) ed Ewea (European Wind Energy Association). Ma vediamo nel dettaglio quali sono stati i risultati raggiunti lo scorso anno dall'eolico negli Stati Uniti e nel Vecchio Continente.

EOLICO USA. Il 2014 ha visto il completamento di 4.854 megawatt di capacità, con una capacità cumulativa installata in aumento dell'8% per un totale di 65.879 MW di generazione. Ciò eviterà di produrre oltre 130 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 ogni anno. Si otterrebbe lo stesso risultato togliendo dalle strade americane 28 milioni di automobili.

Nel quarto trimestre del 2014, l'industria eolica americana installato 3.600 megawatt (MW). In totale nel corso del 2014, sono stati installati 4.854 megawatt (MW), quasi cinque volte di più rispetto a quella installata nel 2013. Gli Stati Uniti ora ha una capacità eolica installata di 65.879 MW. Ci sono oltre 12.700 MW di eolico attualmente in costruzione, con più di 3.300 MW di accordi di acquisto di energia firmati nel 2014.

Il grafico che segue mostra la crescita del settore dal 2001 al 2014:

aweacrescitaeolico

Tuttavia, la quantità installata nel 2014 è scesa di gran lunga al di sotto del record di 13.000 MW che l'industria eolica statunitense è stata stato in grado di completare nel corso del 2012 in termini di capacità installata. Le industrie leader del settore hanno accusato la politica federale di essere debole e incerta. La produzione di energia rinnovabile Tax Credit è stata prorogata solo per due settimane alla fine dello scorso anno, ma è scaduta di nuovo.

Il grafico mostra la capacità installata suddivisa per trimestri:

aweacapacita

Il vento sta acquistando forza, ma come dimostra la recente storia, possiamo fare molto di più,” ha detto il CEO di Awea Tom Kiernan. “Non vediamo l'ora di lavorare con tutti i membri del Congresso in modo da avviare una ragionevole e responsabile politica fiscale per consentire all'industria eolica di continuare la riduzione dei costi e investire miliardi di dollari negli Stati Uniti.

Secondo Kieman è stata la politica degli Stati Uniti degli ultimi 100 anni ad incentivare la produzione di energia, dando agevolazioni fiscali a diverse fonti: “Ogni altra fonte di energia elettrica in questo paese ha i proprii sgravi fiscali. Il Congresso deve trovare una soluzione in modo da non perdere anni di investimenti e di aiutare questo settore promettente”.

EOLICO IN EUROPA. Secondo l'analisi condotta dall'Ewea, nel 2014, erano connesse alla rete 408 nuove turbine off-shore, aggiungendo 1.483 MW al sistema europeo. La capacità totale installata in Europa è ora pari al 8.045 MW distribuiti in 74 parchi eolici offshore in 11 paesi europei, producendo 29.6 TWh in un anno normale, sufficiente a coprire l'1% del totale di energia elettrica dell'UE.

Nel 2014, il Regno Unito ha rappresentato oltre la metà di tutti i nuovi impianti (54,8%), con la Germania al secondo posto (35,7%) e il Belgio (9,5%) al terzo. Ma per il 2015, la Germania prevede di installare più capacità in mare aperto rispetto al Regno Unito, che ha dominato le installazioni in Europa negli ultimi tre anni.

eweatris

Del totale di offshore installato nelle acque europee, il 50,7% si trova nell'Oceano Atlantico e il 49,3% nel Mare del Nord.

graficoacqueue

I più grandi parchi eolici saranno di RWE Gwynt y Mor (576MW) nel Galles del Nord, seguito da Global Tech 1 (400 MW) nel Mare del Nord tedesco.

Justin Wilkes, vice direttore generale della European Wind Energy Association, ha spiegato: "Non è sorprendente che vediamo un livellamento degli impianti nel 2014 a seguito di un anno record nel 2013. Il settore ha visto una crescita esponenziale nella prima parte di questo decennio e questa è una naturale stabilizzazione di tale progresso. L'eolico offshore avrà una parte monumentale da svolgere come drivere della sicurezza energetica dell'UE”.

Per il report completo dell'Ewea, clicca qui

Per il report completo dell'Awea, clicca qui

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Eolico Usa: crescita senza precedenti nel 2014

Eolico: parla italiano il più grande parco offshore Usa

Eolico offshore: 54 GW entro il 2030 negli Usa

Eolico offshore: record in Europa nel 2012

GreenBiz.it

Network