Menu

makani 1Entro aprile, Google potrebbe far volare le sue innovative turbine eoliche. Al lavoro sul Project Makani, i laboratori top secreti di Google X che potrebbero far prendere il volo alle Airborne Wind Turbine, dopo i test effettuati al confine tra California e Nevada.

Il risultato? Un particolare velivolo con apertura alare di 25 metri, in grado di catturare il vento per produrre maggiori quantità di energia. Il sistema è collegato a terra con un cavo.

Durante il volo (con un raggio di 145 m), la turbina volante raggiunge l'altezza di 450 metri seguendo una traiettoria circolare, appositamente pensata per mettere in movimento le 8 turbine eoliche presenti sulle ali.

Perché far volare le turbine? La velocità del vento è maggiore e più costante a quote elevate, ma è poco pratico costruire turbine eoliche alte e a terra a causa del loro peso, pari a centinaia di tonnellate. Ecco perché Google si sta concentrando su turbine direttamente in aria.

C'è un enorme vantaggio ad andare più in alto”, ha detto Astro Teller, a capo del Google X, intervenendo all'Austin Convention Center.

makani grafico

Le turbine eoliche volanti del Project Makani hanno l'apertura alare di un grande aereo senza la cabina in mezzo. “Più vento a costi inferiori” è il motto dell'iniziativa, visto che i sistemi possono raggiungere quote più elevate (80-350 metri) ed eliminare il 90% dei materiali delle turbine eoliche tradizionali, con una conseguente riduzione dei costi. Inoltre, poiché sono più aerodinamiche e possono accedere a località con forti venti, ogni singola turbina volante può generare il 50% in più di energia con una potenza di 600 kW.

Ecco come funziona: