Menu

fotovoltaico inverter tettpIl mercato cinese degli inverter è in rapida crescita, alimentato esclusivamente dai fornitori nazionali. La forte impennata è il risultato della forte industria nazionale, dimostrata anche dall'assenza di altre società estere del settore nella top ten dei più grandi fornitori del 2013.

È quanto emerge dai dati pubblicati ieri dagli analisti di IHS. Lo scorso anno il mercato inverter in Cina è cresciuto di oltre il 100%, passando dai 400 milioni di dollari del 2012 a più di 800 milioni del 2013. Attualmente il valore delle spedizioni annuali è di 11 GW ma secondo gli analisti si potranno raggiungere 18 GW entro il 2018.

Tale crescita è legata alla forte produzione nazionale anche se lo slancio del settore è destinato ad essere mantenuto dalla crescita del fotovoltaico distribuito in Cina, nonostante un avvio lento per il settore che ha visto il paese a livelli più bassi nel 2013. Anche la più ampia adozione di impianti fotovoltaici più piccoli su tetto ha stimolato la crescita di inverter di minore potenza.

A conferma del successo cinese anche il fatto che le migliori dieci società del mondo sia del 2012 che del 2013 hanno sede in Cina. Il predominio nazionale del settore “rischia” di diventare incrollabile nel prossimo futuro. Eppure, nonostante questo status quo rassicurante, i fornitori di inverter in Cina nel 2013 hanno dovuto affrontare diversi problemi per via dei mercati locali estremamente competitivi e delle condizioni di business complesse volte al ribasso dei prezzi, costringendo molti fornitori locali a cercare nuovi mercati regionali. In questo modo, nessun singolo fornitore è stato in grado di acquisire una quota considerevole del mercato.

È pur vero che per il secondo anno consecutivo, nessun fornitore internazionale, oltre alla Cina, è apparso nella classifica IHS di inverter fotovoltaici. Per il quarto anno consecutivo, Sungrow è stato il più grande fornitore del mercato cinese, con il 30 per cento del fatturato del settore nel 2013. I restanti fornitori, a seguire, sono stati TBEA SunOasis, Emerson Network Power, Chint e KStar, ognuno dei quali ha avuto un quota di mercato di oltre il 4 per cento.

topten inverter

Dopo diversi anni di crescita intensa e di enormi progetti in aree remote del paese, la Cina ha iniziato a porre maggiore enfasi sullo sviluppo del fotovoltaico sul tetto in zone con elevata domanda di energia elettrica”, ha detto Frank Xie, analista senior di IHS. “Tuttavia, lo sviluppo di questo mercato è sceso al di sotto delle aspettative a causa della mancanza di una politica chiara e di finanziamento, e anche della mancanza di esperienza nella installazione di impianti su tetto.”

inverter ihs

Meno di 200 MW, tra inverter trifase e inferiori a 35 KW, sono stati spediti nel 2013 in Cina. Tuttavia, il mercato sembra destinato a crescere fino a superare 1 GW nel 2014 e oltre 5 GW nel 2018. Questa espansione sarà guidata non solo dal crescente mercato fotovoltaico distribuito, ma anche, come mostra il grafico, da inverter trifase a bassa potenza sempre più considerati per grandi impianti a terra. Tale approccio è diventato sempre più comune in Europa, con tali inverter che si trovano in quasi un terzo dei sistemi della Germania. Questo approccio è ora fortemente promosso dai fornitori cinesi.

trifase

IHS prevede che, anche se gli inverter ad alta potenza continueranno a costituire la stragrande maggioranza di questo segmento, gli inverter di bassa potenza guadagneranno rapidamente quote da record: "La crescente domanda di inverter più piccoli in Cina rischia di portare ad alcuni cambiamenti significativi alla classifica dei fornitori di inverter FV nel 2014 e nel 2015," ha concluso Xie.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Inverter per fotovoltaico: per IHS mercato da 41 GW nel 2014

Fotovoltaico: i 10 maggiori fornitori di inverter nel 2013

Fotovoltaico 2014: boom dei microinverter in arrivo

Microinverter fotovoltaico: superati 2 GW già installati nel mondo

GreenBiz.it

Network