Menu

fotovoltaico cina facilita accesso incentiviIl Governo cinese ha rilasciato il contratto tipo per l'accesso agli incentivi statali al fotovoltaico. Vale per gli impianti di grandi dimensioni e le tariffe sono differenziate in base all'insolazione media.

Come riporta il quotidiano online di settore PV Tech Pechino ha deciso di semplificare le procedure burocratiche del grande fotovoltaico. Il Governo ha infatti pubblicato il canovaccio sul quale dovranno essere basati i Power Purchase Agreement (cioè i contratti di vendita a prezzo prestabilito dell'energia prodotta) relativi ai grandi impianti autorizzati a partire da settembre 2013.

Il PPA tipo prevede due livelli di incentivi: 14 centesimi di dollaro per gli impianti ubicati in zone molto soleggiate e 16 centesimi dove di sole ce ne è meno. In entrambi i casi, come vi abbiamo mostrato con la mappa del fotovoltaico cinese, si tratta di aree potenzialmente enormi.

E non a caso lo stesso Governo cinese ha imposto un tetto molto alto agli incentivi erogabili: per il solo 2014 si parla di 14 GW di nuova potenza incentivabile. Paragoniamoli ai 18 GW (complessivi, non annuali) che hanno segnato la morte degli incentivi in Italia o all'attuale cap da 2,5 GW per il 2014 nel Regno Unito per renderci conto delle dimensioni del mercato fotovoltaico incentivato in Cina. Quest'anno e nei prossimi.

Con queste premesse, e queste scale, è chiarissimo come la Cina sia già il primo mercato al mondo per gli inverter fotovoltaici, ed è chiarissimo che la Cina si appresta a vincere sfida con l'India come primo mercato solare per il prossimo decennio.

A proposito di India: il Governo indiano ha da poco rilasciato le linee guida per partecipare alla prossima asta per l'assegnazione degli incentivi al fotovoltaico. Con un meccanismo assai meno immediato e allettante rispetto al nuovo "PPA standard" cinese.

Peppe Croce

Leggi anche:

Dazi antidumping Cina: negli Usa a rischio 3GW di nuovi progetti fotovoltaici

Fotovoltaico Usa: ulteriori dazi antidumping contro Cina e Taiwan

Fotovoltaico: entro 2020 mercato da 137 mld di dollari

Con fotovoltaico ed eolico meno conflitti per l'acqua

GreenBiz.it

Network