Menu

sistemi fotovoltaico realacciSpalma incentivi. Ancora ricorsi. Il decreto che annulla i passi in avanti fatti dal fotovoltaico italiano è minacciato da più parti. Dopo Assorinnovabili e Confragricoltura, anche Anie prepara un ricorso per dichiarare incostituzionale la decisione.

AssoRinnovabili ha annunciato due filoni di ricorsi, uno italiano per dichiarare incostituzionale lo spalma incentivi e l'altro per gli investitori esteri, atto a dimostrare la violazione del Trattato sulla Carta dell’Energia che tutela gli investimenti nei paesi aderenti.

Adesso anche Anie affila le armi contro il provvedimento che riduce la quota degli incentivi per chi ne aveva già usufruito, spalmandola su più anni.

Da gennaio 2015, infatti, si dovrà scegliere tra tre opzioni che modificano la tariffa incentivante: l'estensione da 20 a 24 anni del periodo di incentivazione con la rimodulazione del valore unitario dell'incentivo in base alla durata del periodo residuo, la possibilità di continuare ad avere gli incentivi su 20 anni ma con una riduzione per un primo periodo e il corrispondente aumento in un secondo momento, in base alle percentuali definite dal MiSE, e infine, sempre su base ventennale, potrà ridurre la percentuale fissata dal decreto passando dal 5 al 6% per quelli da 200 a 500 kW e dal 9 all'8% per gli impianti con potenza superiore ai 900 kW.

Per questo, anche Anie ha organizzato un incontro con i suoi soci per concordare le azioni legali da intraprendere per far valere l'incostituzionalità della legge che danneggia “diritti già acquisiti, ledendo il principio di certezza del diritto e di affidamento delle imprese verso lo Stato. Nel corso dell’incontro – cui hanno preso parte i fornitori di tecnologia e molti produttori che hanno sottoscritto importanti contratti con il GSE – sono state approfondite le modalità di presentazione delle azioni legali e i tempi,spiega Anie.

Si preannunciano tempi duri.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Rinnovabili, spalma incentivi: ecco come presentare ricorso

Fotovoltaico, in vigore il decreto spalma incentivi. Cosa cambierà?

Spalma incentivi illegittimo: rinnovabili a raccolta per i ricorsi

Spalma incentivi: non fermerà il mercato secondario del fotovoltaico

Spalma incentivi, compatibile con le regole Ue?

GreenBiz.it

Network