Menu

eclissi20marzoIl 20 marzo un'eclissi parziale di sole sarà visibile anche dall'Italia. Un evento che sta facendo molto parlare di se non solo per la sua particolarità ma anche per un altro aspetto: la produzione di energia da fonti rinnovabili, in particolare dal fotovoltaico, e l'impatto sul sistema elettrico dei paesi d'Europa.

È la prima volta che si verifica un'eclissi da quanto il fotovoltaico si è diffuso. Si tratta dunque di un banco di prova. E in Italia c'è chi teme che questo evento possa avere conseguenze da non sottovalutare, nonostante nel nostro Paese non si tratterà di un'eclissi totale.

Il sole, infatti, sarà oscurato da un minimo del 40% in Sicilia al massimo del 65% a Milano. Perché allora tanto allarmismo?

Nei giorni scorsi Terna ha annunciato che per garantire la sicurezza della rete, applicherà la procedura d’emergenza RIGEDI, prevista per la Generazione Distribuita Riducibile (GDR) distaccabile con preavviso. In sostanza i produttori dovranno disconnettersi dalla rete per 24 ore. Si parla di circa 9.000 MW di impianti fotovoltaici.

Ma stranamente dovranno distaccarsi anche 100 MW di impianti eolici. Cosa c'entra l'eolico? Apparentemente nulla. assoRinnovabili ha formalmente chiesto a Terna di rendere note “le valutazioni effettuate sulle possibili opzioni alternative che non paiono, ad oggi, essere state considerate idonee a garantire la sicurezza del sistema elettrico nazionale”.

EclissiSolemappa2

Secondo l'associazione, l'applicazione della procedura d'emergenza deve essere utilizzata “solo come extrema ratio” sperando “che Terna metta in campo tutte le possibili azioni atte a scongiurare un massiccio distacco (peraltro in assenza di qualsiasi corrispettivo economico) degli impianti fotovoltaici connessi alla rete di Media Tensione”.

“Spegnendo” gli impianti rinnovabili si creerebbe però un discutibile precedente, basato sull'intermittenza delle fonti. E nel resto d'Europa? Nessuno spegnerà il fotovoltaico. Anche in Germania, ad esempio, gli impianti continueranno a funzionare, nonostante la quota di produzione di energia sia molto vicina a quella della Italia ma il sole qui sarà oscurato per il 75-80% eclissi. In più, secondo le previsioni meteo, nel nostro paese il cielo sarà pure nuvoloso.

Perché solo l'Italia ha paura del buio? Su Twitter il dibattito è più che acceso. E voi che ne pensate?

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Eclissi di sole, al via il 20 Marzo. Problemi per il fotovoltaico?

#Eclissi di sole: come e quando osservarla dall'Italia

GreenBiz.it

Network