Menu

aste fotovoltaico spalmaÈ stato presentato ufficialmente ieri a SolarExpo 2015 Italia Solare, un nuovo progetto associativo per riunire insieme non solo gli operatori del fotovoltaico ma anche i proprietari degli impianti. Le adesioni saranno aperte però anche a tutti coloro che vogliono sostenere il fotovoltaico in Italia.

Con obiettivi ben precisi e concreti. La roadmap resa nota ieri prevede entro il 2020 la copertura della domanda di elettricità pari al 14%, del 35% entro il 2030 e del 50% entro il 2050.

Perché. Spiega l'associazione che Italia Solare è nata dalla necessità di promuovere un moderno sistema di produzione di energia distribuita basato sul fotovoltaico, che negli ultimi anni ha raggiunto risultati importanti, consentendo sia di ridurre le emissioni inquinanti che le importazioni di combustibili fossili dall'estero.

Nonostante ciò - o forse proprio per questo - il fotovoltaico è stato osteggiato in ogni modo. 385 MWp di nuovo installato nel 2014 sono eloquenti” spiega l'associazione.

Come. Attraverso una comunicazione efficace per il grande pubblico, accompagnata da azioni legali e consulenze tecniche e amministrative. Due sono in sintesi le aree in cui Italia Solare vuole impegnarsi: la comunicazione e le normative.

Una comunicazione nettamente anti-fotovoltaico sui principali mass media ha preparato il terreno a una serie di interventi che hanno affossato il mercato, oltre che creare seri problemi ai proprietari di impianti fotovoltaici. Sono molto preoccupanti le notizie che arrivano circa novità normative che danneggerebbero ulteriormente e pesantemente chi ha un impianto fotovoltaico - questa volta anche di piccola potenza - e chi è intenzionato a farlo, e quindi il mercato in generale”.

Tra le attività proposte da Italia Solare vi sono campagne informative con vari scopi: sensibilizzare l'opinione pubblica sui vantaggi del fotovoltaico, garantire un'informazione corretta contro i “falsi miti", opporsi a eventuali novità normative anti–fotovoltaico, portare avanti azioni legali volte a difendere gli interessi dei 600mila proprietari di impianti fotovoltaici e operatori del settore. Ma vi sarà anche un aiuto concreto sotto forma di consulenze tecniche, amministrative e legali per aiutare i proprietari degli impianti a districarsi tra norme e leggi nuove spesso difficili da decifrare.

Italia Solare si differenzia perché è per produttori da fotovoltaico e semplici sostenitori, oltre che per operatori e si dedica solo ed esclusivamente al fotovoltaico, convinti che l’energia elettrica - in particolare da fonte fotovoltaica - rappresenti il vettore energetico da privilegiare non solo per le tradizionali necessità elettriche ma anche per la climatizzazione e per la mobilità”.

Entro il 31 maggio si terrà la prima assemblea soci che deciderà sullo Statuto e sulle regole operative e voterà il primo Consiglio Direttivo.

Francesca Mancuso

Leggi tutti gli articoli del nostro speciale Solarexpo 2015:

Solarexpo 2015, vento di ottimismo per il fotovoltaico nazionale? (VIDEO)

Incentivi rinnovabili: arrivano modifiche al conto termico entro l'estate

3 soluzioni per rilanciare l'efficienza energetica nei condomini

Solarexpo 2015: il fotovoltaico made in Italy di MegaCell e Sunerg. Si vince con l'innovazione tecnologica (VIDEO)

Fotovoltaico a noleggio sui tetti delle aziende: la novita' per le pmi di Conergy (VIDEO)

Solarexpo, fotovoltaico: nasce Italia Solare, l'associazione per operatori e proprietari

Solarexpo: fotovoltaico, riportare la potenza installata a 1 GW all'anno

GreenBiz.it

Network