Menu

adanindiaAdani Green Energy ha annunciato l'entrata in funzione di un impianto solare da record. E stato allacciato ufficialmente alla rete elettrica indiana un parco solare da 648 MW di potenza, costruito su 2.500 acri. Geograficamente, l’impianto si trova nella zona di Kamuthi, distretto di Ramanathapuram. Rifornirà di energia pulita 300 mila abitazioni.

Per comporre l’impianto sono stati utilizzati 380 mila basamenti, 2,5 mln di moduli solari, 576 inverter, 154 trasformatori e 6 mila km di cavi, per un totale di 679 mln di dollari. Tutti questi componenti provengono da varie parti del mondo.

Il chairman del Gruppo Adani, Gautam Adani, ha ufficialmente dedicato il progetto alla nazione: “ È un’occasione special per lo stato di Tamil Nadu e per tutto il Paese. Siamo estremamente lieti di dedicare alla nazione l’impianto, un impianto di questa grandezza le ridà speranza di diventare uno dei maggiori produttori di energia pulita al mondo”.

E gli obiettivi dell’India sono ambiziosi, in effetti. La capacità solare sarà aumentata fino a 100 GW al 2022, un obiettivo di 5 volte maggiore del precedente.

In teoria il governo poi comprerà l’intera quota di energia prodotta ad un costo fisso di 0.10dollari/kWh per 25 anni.

Altro record, il tempo impiegato per la realizzazione: solo 8 mesi grazie ad un team di ben 8500 persone. In media sono stati installati 11 MW al giorno.

Ma ci sono stati anche momenti di difficoltà, documentati peraltro dal National Geographic, che ha seguito le operazioni di costruzione nel programma “Megastructures”, raccontando cosa è accaduto durante i monsoni che hanno flagellato l’India a fine 2015.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Rinnovabili: in Marocco moschee green entro il 2019

Fotovoltaico nel mondo: tutti i trend e le previsioni

Cop21: Cina e Usa ratificano l'accordo di Parigi sul clima

 

Network