Menu

Secondo le previsioni di NPD Solarbuzz la Cina installerà, da sola, ben 12 GW di fotovoltaico solo nel 2014. Un dato impressionante, pari a due terzi di tutto l'installato italiano.

Che la Cina sia, a detta di tutti gli analisti, il primo mercato per il fotovoltaico a livello globale già quest'anno e anche l'anno prossimo, è ormai cosa nota. A quanti GW corrisponda la futura domanda cinese di solare è invece più complesso da stabilire, vista l'ormai cronica incertezza del settore fotovoltaico a livello globale.

NPD Solarbuzz, che attualmente è la società di analisi con le previsioni più rosee per il fotovoltaico 2014 (prevede l'installazione di 45-55 GW) nel suo ultimo report "Asia Pacific Major PV Markets Quarterly" stima la domanda cinese per il prossimo anno addirittura a 12 GW. Per fare un confronto veloce: l'installato totale in Italia supera di poco i 18 GW, quello tedesco i 35 GW.

Considerato che la Cina avrebbe già superato l'Italia in quanto a installazioni totali, si può supporre che a fine 2014 il gigante asiatico si ritrovi con 30-32 GW di pannelli fotovoltaici installati su tutto il suo enorme territorio. E, sempre secondo NPD Solarbuzz, ci sarebbero anche alcune zone maggiormente interessate allo sviluppo di questa forma di energia pulita.

fotovoltaico cinese 12 gw 2014

Dei 12 GW totali, infatti, l'11% dovrebbero essere installati nello Jiangsu, il 10% nello Shandong, il 9% nello Zhejiang, il 5% nello Hebei. Sono tutte regioni situate lungo la costa orientale della Cina, bagnate dal Mar Cinese orientale e dal Mar Cinese meridionale. Seguono altre regioni: Guangdong (8%), Qinghai (5%), Xinjiang (5%), Mongolia interna (4%), Henan (4%), Gansu (4%).

Abbiamo colorato di rosso queste regioni sulla mappa della Cina, per mostrare graficamente lo sviluppo del fotovoltaico cinese previsto da Solarbuzz. È evidente che, sia per motivi geografici (l'esposizione a sud est) che demografici (le regioni della costa sono le più densamente popolate e industrializzate) la Cina sta procedendo a creare una sorta di "sun belt" orientale del fotovoltaico.

fotovoltaico cina mappa

La conferma a questa ipotesi deriva dal fatto che, dei 12 GW totali, ben otto saranno installazioni distribuite sui tetti e solo quattro saranno installazioni di grandi dimensioni a terra. È assai probabile che le prime avverranno sulla costa, dove l'urbanizzazione è maggiore, mentre le seconde interesseranno soprattutto le aree rurali e desertiche dell'interno della Cina.

fotovoltaico deserto cina mappa

Se sovrapponiamo alla mappa del fotovoltaico cinese quella relativa ai deserti, quindi, è facile capire come mai molti dei maggiori produttori al mondo di pannelli solari abbiano recentemente certificato i loro prodotti per l'uso nei deserti. Lo hanno fatto, solo per citare i casi di certificazione più recenti, Yingli e REC. Chi avrà prodotti in grado di produrre energia pulita in maniera efficiente anche nei deserti, quindi, si spartirà 4 dei 12 GW che la Cina installerà nel 2014.

Peppe Croce

LEGGI ANCHE:

Fotovoltaico 2014: Solarbuzz prevede 45-55 GW di domanda

Fotovoltaico: fuga dall'Europa, boom in Cina e Giappone

REC Solar nel deserto col pannello fotovoltaico bi-facciale

Fotovoltaico: Yingli è pronta per il deserto

GreenBiz.it

Network