Menu

immagineGli Stati Uniti diventeranno il terzo mercato fotovoltaico nel 2014, sul podio insieme a Cina e Giappone. Lo prevede NPD Solarbuzz che stima in 43 GW il solare che verrà installato entro il 2017 in America.

NPD Solarbuzz è ritenuta una delle società di analisi con le stime più ottimistiche sul mercato globale del fotovoltaico. Le sue previsioni per il 2014 sono più che incoraggianti: verranno installati tra i 45 e i 55 GW di pannelli solari nel mondo. Cina e Giappone, come sappiamo, saranno primo e secondo mercato ma, ecco la novità, gli USA si piazzeranno al terzo posto.

Secondo Solarbuzz, infatti, negli Stati Uniti stanno per essere installati (entro il 2017, data di scadenza del "tax credit" per le rinnovabili) ben 43 GW. Ad oggi, di questa potenza "in fieri", il 68,1% è "programata", il 23,9% è in "pre-planning" e l'8,5% è già in fase di installazione. Il resto sono progetti momentaneamente rinviati.

In più, guardando al solo 2014 e non al periodo che termina nel 2017, Solarbuzz prevede una crescita rispetto al 2013 delle installazioni pari al 7%. La potenza degli impianti che verranno installati nei prossimi anni è equamente divisa sopra e sotto la soglia dei 30 MW. Molti grandi impianti, quindi, ma anche altrettanti piccoli e piccolissimi parchi e tetti fotovoltaici.

In passato i progetti fotovoltaici in fase di realizzazione negli Stati Uniti erano in gran parte sopra i 100 MW di potenza. Oggi, invece, grazie al crollo dei prezzi dei pannelli solari anche progetti di scala minore sono diventati interessanti.

Peppe Croce

GreenBiz.it

Network