Menu

1Biodiversity Park, a Expo 2015 arriva il Parco della Biodiversità, progetto che nasce dalla partnership tra BolognaFiere e Expo Milano 2015. La novità è stata presentata il 7 febbraio a Milano, ma non a tutti è piaciuta.

L'accordo, che rende BolognaFiere Official Partner di Expo Milano 2015, prevede la realizzazione del Biodiversity Park, l'area tematica dedicata alla biodiversità agraria e all'agricoltura biologica, un luogo espositivo nel quale si affronteranno le tematiche fondamentali del tema "Feeding the Planet, Energy for Life", che ospiterà al suo interno il Padiglione del Biologico e del Naturale, grazie alla collaborazione con FederBio.

"Siamo soddisfatti di avere BolognaFiere al nostro fianco per lo sviluppo del Parco della Biodiversità" – ha dichiarato Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A. e Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 -. "Uno degli obiettivi che Expo 2015 si pone da sempre è sensibilizzare l'opinione pubblica su temi importanti come la sostenibilità ambientale e la difesa della ricchezza agronomica di cui si compone il nostro Paese e il mondo. Per questo motivo, abbiamo deciso di offrire ai 20 milioni di visitatori attesi la possibilità di approfondire tali questioni proponendo loro un'area ad hoc".

Secondo gli organizzatori del progetto, il Parco della Biodiversità permetterà di vivere un'esperienza unica e stimolante, grazie alle centinaia di colture e piante che ospiterà. Ci si attende che dalla collaborazione con il polo fieristico bolognese, Expo Milano 2015 potrà incoraggiare riflessioni e progetti utili a vincere le più importanti sfide aperte dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita.

Il Parco della Biodiversità è un'area espositiva di 8.500 mq dedicata alla biodiversità, all'agro-biodiversità in particolare, nel quale si affrontano le tematiche fondamentali del tema Feeding the planet, Energy for Life.

Nel Biodiversity Park, in cui natura e cultura si abbracciano, si valorizzano le eccellenze italiane, sia ambientali che agricole e agroalimentari, i visitatori avranno l'occasione di vivere esperienze, di essere protagonisti di percorsi unici e di racconti autentici, dedicati ai grandi temi di alimentazione e di futuro del Pianeta, delle sfide globali per assicurare nutrimento e sviluppo sostenibile, attraverso il rispetto della natura. Un percorso con un chiaro riferimento alla biodiversità agraria, alla sua evoluzione e alla sua salvaguardia, anche grazie a un metodo agricolo, quello biologico, che per sua vocazione svolge un compito molto importante nella conservazione e nella implementazione della biodiversità e delle caratteristiche ambientali.

"Abbiamo scelto di dedicare alla biodiversità una specifica area tematica ad Expo di Milano proprio per esaltarne la fondamentale importanza nel sistema agroalimentare del nostro Paese. Il filo conduttore di Expo, 'Nutrire il Pianeta, energia per la vita', interessa da vicino anche la questione della biodiversità agraria e della sua tutela. Il modello produttivo che vogliamo impostare nei prossimi anni non può prescindere da una salvaguardia delle specie esistenti e dalla sostenibilità ambientale del territorio" – ha dichiarato il ministro Maurizio Martina in occasione della presentazione del progetto.

Il ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Gian Luca Galletti ha affermato: "Siamo lieti di condividere il percorso di Expo con una grande realtà come la Fiera di Bologna. In questi sei mesi vogliamo mostrare al mondo la nostra straordinaria biodiversità, valorizzare le eccellenze italiane nel campo della tecnologia verde, lanciare la sfida dell'educazione ambientale. L'Italia proporrà a Expo il suo modello di sviluppo per il presente e il futuro, che punta sulle scelte sostenibili per innescare la crescita, creare nuovi posti di lavoro e affrontare le grandi questioni sociali del nostro tempo, su tutte quella della nutrizione del Pianeta".

Expo 2015 ha scelto la modalità giusta per pubblicizzare il Parco della Biodiversità sul Web e sui Social Network? Dai commenti degli utenti di Facebook emerge come il lavoro condotto per realizzare le immagini del Biodiversity Park non sia stato apprezzato: sarebbe stata invece una buona occasione per assegnare nuovi posti di lavoro a grafici e architetti di alto livello, dicono gli utenti, definendo i lavori 'osceni' e 'inguardabili' solo per citare gli aggettivi più soft. I rendering sarebbero 'ridicoli' e i fotomontaggi 'degni di Paint' o di 'Art Attack', famoso programma degli attacchi d'arte per bambini.

<>

Ed ecco le immagini incriminate:

parco biodiversita 1

parco biodiversita 2

parco biodiversita 4

parco biodiversita 3

Tra le altre iniziative dedicate al mondo rurale e alla biodiversità organizzate per l'esposizone universale troviamo (stavolta, pare, senza polemiche) anche I Capolavori dell'Agricoltura ad Expo 2015, organizzata da Confagricoltura, mostrerà ai visitatori il grande patrimonio culturale e artistico rappresentato dai prodotti dell'agricoltura. Una serie di filmati che ingrandiscono, oltre la capacità della vista umana, i prodotti della terra e li trasformano in vere e proprie opere d'arte, create abilmente dalle mani degli agricoltori. Immagini che andranno ad occupare una parete dell'Edicola - Mercati, il grande cubo posto al centro del cortile di Palazzo Italia.

"La valorizzazione dello stile italiano, il connubio tra agricoltura, cultura e arte come parte di un universo unico. Questo il messaggio che accompagnerà Confagricoltura verso Expo, l'attraverserà, per diventare eredità immateriale e lascito al mondo dell'Esposizione universale in Italia" - ha dichiarato il Presidente di Confagricoltura Mario Guidi nel corso della conferenza stampa, evidenziando il carattere distintivo dei nostri prodotti agricoli, frutto del genio e dell'ingegno che ha reso famoso il Made in Italy nel mondo. "Prodotti di lusso" – ha spiegato - "ma accessibili e democratici, che garantiranno il loro prezioso contributo per nutrire il Pianeta".

Molte le attività in programma a disposizione delle imprese associate, che potranno utilizzare la vetrina di Expo per rafforzare il proprio posizionamento strategico, per consolidare e sviluppare l'attività di internazionalizzazione. Senza tralasciare la promozione del territorio, attraverso la proposta ai visitatori di pacchetti turistici ed eno-gastronomici e la valorizzazione del Made in Italy, con eventi che leghino il settore agricolo agli altri che fanno grande il nostro Paese, dalla moda al design, dall'arte alla cultura.

Nei mesi di avvicinamento ad Expo, Confagricoltura organizzerà iniziative su tutto il territorio nazionale, sulla base di cinque grandi filoni tematici: Territorio ed Enogastronomia, Imprenditoria femminile, Tecnologia e Sviluppo, Internazionalizzazione, Cultura e life style, per dare visibilità alle imprese coinvolte e creare occasioni di business.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network