Menu

expodecumanoExpo 2015 ha ormai chiuso i battenti, Milano riprende la sua vita normale e intanto sono iniziati i traslochi dai padiglioni deserti. Ma cosa sarà di quelle aree nel prossimo futuro? Il premier Matteo Renzi pensa ad un Expo 2040, nel frattempo le varie ipotesi per l’utilizzo di quel milione di metri quadrate restano solo idee.

Arriveranno a Rho Fiera fino a 4 mila operai, che lavoreranno per far sì che entro giugno 2016 tutto torni com’era prima e Expo 2015 non lasci i segni sui terreni utilizzati. Si parla di un parco tematico, che dovrebbe occupare metà di quell’area.

Poi ci sono Cascina Merlata e il Villaggio Expo, che dovrebbero ospitare alloggi a buon mercato, in un’ottica di “housing sociale”.

Del magico mondo di Expo resterà sicuramente Palazzo Italia. Ma non si sa a quale scopo sarà destinato, potrebbe diventare un polo universitario o tecnologico. Ma la realtà ci ricorda anche che la prima gara non ha avuto alcun esito.

Uno dei problemi da risolvere è quello relativo alle bonifiche. Sono sorti costi in più, in totale 72 mln rispetto ai 6 del primo preventivo. E non si capisce chi pagherà, visto che organizzatori e proprietari dei terreni si passano la palla.

Il mondo intanto pensa già a Dubai 2020, quando il prossimo Expo parlerà di “Connettere le menti, creare il futuro”. Ci sarà anche un evento intemendio per l’Expo, quello di Astana 2017. In Kazakistan il tema sarà quello dell’energia.

Nei piani Matteo Renzi invece c’è molta ambizione. Il governo è entrato nella società Arexpo per la gestione del post fiera e il premier annuncia che il 10 novembre sarà presentato il progetto "Italia 2040".

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Expo 2015: arriva la “Carta contro lo spreco alimentare”

#Expo2015: la bufala della proroga. Per il dopo fiera si pensa alla Triennale di architettura

#Expo 2015: ancora incertezza sul futuro delle aree, ma Sala potrebbe restare

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network