Menu

maker faire roma

Un appuntamento dedicato alle innovazioni e alle nuove invenzioni. A Roma dal 14 al 16 ottobre torna Maker Faire. I maker presenteranno 700 progetti, molti dei quali saranno basati sulla tecnologia fai-da-te.

Quest’anno la Maker Faire della capitale cambia sede e si sposta alla Fiera di Roma sempre mantenendo il proprio centro sulle novità per il futuro, che partono soprattutto dai giovani. Qui potrete ammirare le idee per realizzare il ristorante del futuro, le innovazioni nella robotica e nella realizzazione di orti sul balcone.

Si tratta di un vero e proprio trampolino di lancio per gli appassionati di tecnologia e per le nuove aziende che vogliono guardare al domani puntando sul miglioramento della qualità della vita basato sull’innovazione.

Maker Faire Rome sarà l’occasione per ospitare conferenze e seminari sui temi della tecnologia, dell’innovazione e dello sviluppo di internet con la partecipazione di importanti ricercatori operativi a livello nazionale e internazionale.

La fiera sarà suddivisa in 6 padiglioni, ognuno con il proprio tema specifico: interattività, scienza, vita, droni, manifattura, piccoli maker, mondo della scuola e delle università.

Sono 56 le scuole selezionate per esporre alla Maker Faire Rome (40 istituti secondari e ITS italiani e 15 provenienti dai Paesi UE), quasi il doppio rispetto al 2015. Le scuole sono state scelte tra le 186 candidate che hanno partecipato con ben 285 progetti alla Call for Schools, realizzata in collaborazione con il Miur.

Quest’anno è stata lanciata, per la prima volta, la “Call for Big Bang Projects” rivolta a maker, artisti e visionari con l’intento di costruire la manifestazione, oltre che nei contenuti, anche nelle sue attrazioni più importanti. Su oltre 100 progetti pervenuti – dall’Italia e dall’estero – ne sono stati selezionati 15 in grado d’incantare i visitatori come: la parete interattiva di 10 metri che reagisce al tocco; una pista di 200 mq per i gokart integrati con la Realtà Virtuale, rivolta a un pubblico di giovanissimi; una caccia al tesoro da risolvere con la tecnologia dell’Internet of Things.

L’area dedicata a tutte le novità del mondo dei droni quest’anno raddoppia con ben due voliere che consentiranno lo svolgimento simultaneo di diverse attività. Nella più grande, ben 800 mq al chiuso e tra le voliere più grandi al mondo, l’associazione di piloti di droni da corsa “FPV Racing Club” svolgerà dimostrazioni di volo acrobatico con droni autoprodotti e pilotati con l’ausilio di occhiali per l’FPV (Front Person View) che consentono di guardare ciò che la telecamera a bordo del drone stesso inquadra. Nella voliera grande sarà presente il gruppo di Facebook più grande d’Italia: (9.200 iscritti) che presenterà esibizioni e coreografie, tentando anche il record mondiale di 32 particolari droni fermi in aria contemporaneamente.

Maker Faire Rome offrirà al pubblico eventi, conferenze, laboratori e workshop tutti dedicati al mondo del cibo. Ci sarà anche “OffiCucina”, spazio ibrido tra una cucina e un’officina, in cui saranno organizzati showcase a ciclo continuo con il coinvolgimento di 15 talenti internazionali. L’area food sarà animata da serre, robotica, cibi del futuro, alghe, sensori, stampanti 3D, nuovi utensili e inconsueti oggetti di design. Elementi che contamineranno la Maker Faire dando vita, tra innovazione e tradizione, a vere e proprie collisioni tra tecnologia e alimenti. I visitatori dal palato più curioso potranno assaggiare il cibo del futuro cucinato in modo alternativo e rivoluzionario al “Food Tech Jungle”, il ristorante del futuro.

Grazie alla fiera Roma diventa per il quarto anno consecutivo un centro propositivo per nuove idee, contenuti e modelli economici, tanto che i progetti che verranno presentati non arriveranno soltanto dall’Italia ma anche dall’estero. Maker Faire Rome infatti si rivolge al pubblico come un appuntamento internazionale, a cui parteciperanno maker stranieri provenienti da diversi Paesi, dal Regno Unito alla Turchia, dalla Cina agli Stati Uniti.

Per maggiori informazioni visitate il sito web Maker Faire Rome.

Marta Albè

Leggi anche:

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network