Menu

stati generali 2014Stati generali della green economy. Si parte. La giornata inaugurale di Ecomondo 2014 ospita come ogni anno la due giorni di eventi, un vero e proprio summit dell'economia verde volto a comprendere quali politiche e misure occorre portare avanti per uscire dalla crisi puntanto sulla green economy. A tagliare il nastro è statoil Ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti.

Promossi dal Ministero dell'Ambiente e dal Consiglio Nazionale della Green Economy, formato da 67 organizzazioni di imprese green, con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, gli Stati Generali della Green Economy quest'anno hanno come tema portante “Lo sviluppo delle imprese della green economy per uscire dalla crisi italiana”.

Oggi tanti saranno gli appuntamenti in programma, con argomenti che spazieranno dal settore agroalimentare al nuovo pacchetto clima energia Ue in vista anche della Conferenza di Parigi. Saranno 7 le sessioni tematiche di approfondimento e consultazione su alcuni settori strategici della green economy.

Perché proprio l'industria verde? Nonostante la crisi mondiale, quest'ultima ha continuato a crescere con un giro d'affari globale, secondo l’Unido, passato dai 990 miliardi di euro nel 2005 in sei settori green (efficienza energetica, gestione sostenibile delle risorse idriche, mobilità sostenibile, energia, uso efficiente dei materiali, gestione dei rifiuti e riciclo) ai 2.200 miliardi di euro attesi per il 2020.

E in Italia? Nel nostro paese il 25% delle aziende fino a 250 dipendenti offre prodotti e servizi eco e un altro 7% intende offrirli nei prossimi 3 anni (sono il 33% in Germania, il 31% nel Regno Unito, il 30% in Francia e il 34% negli Usa).

I numeri ci mostrano che le uniche aziende che hanno tenuto nella crisi economica, sono quelle della green economy. Sono cresciute, infatti, in fatturato e in occupazione,” ha detto il Ministro Galletti.

Per superare la crisi le imprese della green economy devono operare in modo più incisivo per un cambio del contesto delle politiche economiche italiane ed europee. Puntando sull’alta qualità ambientale dei beni e dei servizi, le imprese della green economy potrebbero contribuire, in modo rilevante a riqualificare e rilanciare investimenti e occupazione, a far crescere la domanda interna e a migliorare le nostre esportazioni,” ha aggiunto il Presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Edo Ronchi.

Francesca Mancuso

Anche GreenBiz.it sarà a Ecomondo e vi attende allo stand A4

LEGGI QUI il nostro speciale su Ecomondo

10 appuntamenti sulla green economy da non perdere a Ecomondo 2014

GreenBiz.it

Network