Menu

spesa bio sana 2014Biologico, prodotti a chilometri zero, alimenti sfusi e cibi Dop. La spesa bio e green vola nel 2014 e per la prima volta toccherà un totale complessivo di 20 miliardi di euro per quanto riguarda il fatturato di quest’anno. Il biologico, ancora una volta, supera la crisi e va in controtendenza.

Si tratta dei dati emersi dal nuovo dossier presentato da Col diretti in occasione di Sana 2014, la fiera del biologico e del naturale in corso a Bologna fino al 9 settembre. Record per gli acquisti di prodotti bio confezionati, con un incremento del 17,3% nei primi cinque mesi di quest’anno.

Secondo quanto sottolineato da Coldiretti, è evidente un vero e proprio cambiamento negli stili di consumo. Gli italiani preferiscono mettere nel carrello prodotti bio e a chilometri zero. Aziende e punti vendita dovrebbero tenerne conto.

Per i prodotti Dop e Igp si stima una spesa complessiva di 13 miliardi di euro per il 2014, a riprova che gli italiani preferiscono spendere in nome della qualità e non rinunciare al proprio stile alimentare nonostante la crisi. Il 45% degli italiani, infatti, acquista regolarmente prodotti bio mentre fa la spesa.

Per quanto riguarda i prodotti confezionati, secondo quanto comunicato dalla Coldiretti, i più venduti sono rappresentati da pasta, riso e sostituti del pane (+73%), zucchero, caffè e tè (+37,2%), biscotti, dolciumi e snack (+15,1%). Aumenti più contenuti si rilevano invece per gli ortofrutticoli freschi e trasformati (+11%), le uova (+5,2%), i lattiero-caseari (+3,2 %) e le bevande bio (+2,5%).

La superficie coltivata a biologico in Italia è aumentata del 13% nel 2013 ed ha raggiunto il record storico di 1,3 milioni di ettari grazie all'impegno di 45.969 agricoltori. Positivo anche il bilancio della spesa a chilometri zero dal contadino nelle fattorie o nei mercati degli agricoltori con un fatturato complessivo stimato in oltre 3 miliardi di euro.

Sono quasi 10 mila le fattorie, botteghe e mercati che aderiscono alla rete promossa dalla Fondazione Campagna Amica della Coldiretti, dove si trovano prodotti locali del territorio, messi in vendita direttamente dall'agricoltore nel rispetto di precise regole comportamentali e di un codice etico ambientale, sotto la verifica di un sistema di controllo di un ente terzo.

Sana 2014, dunque, secondo Coldiretti si è aperta presentando un bilancio molto positivo per il biologico, con acquisti destinati a crescere rispetto al 2013, quando avevano raggiunto una cifra di 3,1 miliardi di euro, grazie alle nuove scelte di acquisto degli italiani, che sempre più preferiscono un carrello bio.

Marta Albè

LEGGI anche:

Sana 2014: al 26° salone internazionale del biologico e del naturale attese delegazioni di buyer esteri da tutto il mondo

Sana 2014: il biologico cresce 'in quantità'

Sana 2014. Accesso al credito: da oggi piu' semplice per le imprese del biologico

GreenBiz.it

Network