Menu

biologico sana 2014A Sana 2014 il biologico si conferma la via per affrontare la crisi. Il settore ha infatti resistito alla congiuntura economica negativa, garantendo una crescita continua e costante nel corso degli ultimi anni.

L’edizione 2014 del Salone del Biologico e del Naturale è la conferma dell’interesse sempre più vivo per il biologico. La manifestazione ha ospitato visitatori e buyer da 21 Paesi del mondo raggiungendo numeri da record.

Il biologico sarà di certo protagonista di Expo 2015, proprio grazie a Sana e a BolognaFiere, che cureranno il Padiglione della Biodiversità, con focus sul tema dell’agricoltura e dell’alimentazione sostenibile, seguendo lo slogan “Nutrire il Pianeta”.

Le vendite dei prodotti alimentari certificati sono in netta crescita. Quasi il 60% degli italiani negli ultimi dodici mesi ha messo nel carrello un prodotto biologico. Significa che i consumatori preferiscono spendere un po’ di più, ma spendere bene, per garantirsi un’alimentazione sana basata su cibi sicuri e di qualità.

Si tratta di un vero e proprio trend che negli ultimi anni ha portato a modificare l’identikit del consumatore bio. Non è possibile darne un quadro omogeneo, ma si può affermare che a coloro che comprano bio da anni per scelta sostenibile e per convinzione, si affiancano le famiglie che scelgono bio per convenienza, attirate dalle offerte dei supermercati.

Un biologico, dunque, che in un certo senso diventa mainstream, e che attira anche coloro che fino a pochi anni fa, in tempi pre-crisi, facendo la spesa puntavano il tutto e per tutto sulla convenienza, senza badare troppo alla qualità. L’Italia è la culla del biologico e non ha nulla da invidiare ai Paesi esteri, anzi, forse ha qualcosa da insegnare.

Questi i principali dati sul biologico italiano presentati a Sana 2014. Per il terzo anno consecutivo cresce in Italia il tasso di penetrazione degli alimenti a marchio bio, ovvero la percentuale di consumatori che negli ultimi 12 mesi hanno fatto l’acquisto di almeno un prodotto bio, percentuale che nel 2014 è salita al 59% sui consumatori totali, registrando un netto incremento sia rispetto al 54,5% del 2013 (+ 4,5%) sia rispetto al 53,2% del 2012 (+ 5,8%). E tra coloro che hanno fatto almeno un acquisto a marchio bio, il 37% dichiara di consumare prodotti bio almeno 1 volta alla settimana, e il 22% ogni giorno.

L’export dei prodotti bio Made in Italy ha portato fortuna al nostro Paese. Da Sana 2014 FederBio ha reso noto che sono in corso dei progetti di internalizzazione del bio, che la vedono coinvolta proprio insieme a Sana, con centinaia di incontri realizzati in occasione della fiera tra gli operatori italiani del biologico e i buyer esteri.

“La ventiseiesima edizione di SANA, che ha visto l’aumento significativo degli espositori, dei buyer esteri e dei visitatori" – ha dichiarato il Presidente di FederBio, Paolo Carnemolla, “conferma il ruolo insostituibile del Salone sia come evento leader per il biologico in Italia, sia come piattaforma per l’internazionalizzazione del bio Made in Italy e per la sua presenza all’EXPO 2015”.

FederBio a Sana 2014 ha presentato il progetto BiOrganic LifeStyle, teso ad aumentare e rafforzare la considerazione del comparto agroalimentare comunitario, e in particolare quello dell’agricoltura biologica, in Germania, Italia e Belgio attraverso azioni di informazione e promozione mirate a rafforzare e completare le iniziative condotte dalla Commissione Europea e dagli Stati membri e a comunicare le caratteristiche intrinseche, le proprietà organolettiche e i vantaggi nutrizionali delle produzioni provenienti dell’agricoltura biologica di origine comunitaria in conformità a quanto previsto dall’Art. 2 del Reg. CE n.3/2008.

Marta Albè

Leggi anche:

Sana 2014: come cambia l'dentikit del consumatore del biologico (VIDEO)

Sana 2014. Quali sono i difetti del nuovo regolamento per il biologico? (VIDEO)

Sana 2014: biologico, cresce la fiducia delle aziende di trasformazione

Aggiungi commento

Le idee e le opinioni espresse dai lettori attraverso i commenti a non rappresentano in alcun modo l'opinione della redazione e dell'editore. Gli autori dei messaggi rispondono del loro contenuto.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Chi siamo

Network