Menu

scienze cosmetologiche banner 0

Sono aperte le iscrizioni al Corso di Laurea triennale in Scienze e Tecnologie Cosmetologiche dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, che consente di trovare occupazione nell'industria cosmetica, un settore in rapida e continua espansione, caratterizzato, anche in questi anni di crisi economica, dal costante incremento delle vendite e dalla ricerca di nuovi talenti.

Nel campo del Made in Italy, la cosmesi supera la pasta, con un mercato che genera un bilancio import-export del valore di 1,5 miliardi di euro, contro gli 1,2 miliardi legati all'alimento principe della dieta mediterranea e che da sempre identifica il Belpaese. L'industria cosmetica italiana è inoltre la terza in Europa, con oltre 9 miliardi di euro di fatturato e con un export di circa 3 miliardi.

E nel settore, regolato dall'Unione Europea da una legislazione comune a tutti gli Stati membri, aumenta la richiesta di esperti in cosmetologia: un mercato che, stando ai risultati dell'indagine Ermeneia - Studi & Strategie di Sistema per Cosmetica Italia, attualmente coinvolge 33.000 addetti alla produzione e, complessivamente, circa 200.000 lavoratori.

Sta crescendo anche il numero di aziende che operano in campo cosmetologico, oltre che di nuove proposte commerciali: un trend che non dovrebbe stupire, se si pensa che, nella propria quotidianità, ciascun individuo utilizza più di dieci prodotti cosmetici - dal dentifricio al deodorante, dal sapone al dopobarba, dalla crema idratante al trucco -, anche senza rendersene conto.

Con una storia iniziata più di 25 anni fa, il Corso di Laurea triennale in Scienze e Tecnologie Cosmetologiche si propone di rispondere alle necessità del mercato, formando professionisti del settore e creando un punto d'incontro tra variegate competenze tecnico-scientifiche, che investono biologia, chimica, medicina e industria.

Il percorso formativo è aperto a 30 studenti e si articola in 3 anni, con buone prospettive di inserimento nel mondo del lavoro: i risultati di un'indagine universitaria elaborata nel 2013 mostrano infatti che circa l'80% dei laureati in Scienze e Tecnologie Cosmetologico era occupato settore tecnico-cosmetologico sin dallo stesso anno del conseguimento del titolo di studio.

Il Corso di Laurea del supporto istituzionale di AIDECO (Associazione Italiana Dermatologia e Cosmetologia). Tra i principali sbocchi occupazionali c'è il controllo ed il monitoraggio nelle varie fasi di produzione dei prodotti della salute - non solo cosmetici, ma anche farmaci, integratori alimentari, prodotti dietetici ed erboristici – oltre che l'informazione scientifica e la comunicazione dei diversi articoli e preparati.

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Fare i conti con l'Ambiente, torna il festival formativo su rifiuti, acqua, energia, bonifiche e sviluppo sostenibile

Sostenibilita': al via il corso aperto a tutti dell'Università di Siena

Al via corso di viti-vinicoltura biodinamica moderna

 

Network