Menu

green_economy_banche È ai nastri di partenza la terza edizione del Green Globe Banking Award, il primo premio riservato alle istituzioni bancarie e finanziarie italiane attente all’ambiente.

Per partecipare all’evento sarà necessario inviare, entro il 24 maggio prossimo, un progetto che abbia contribuito a diffondere un maggior rispetto per l’ambiente o che abbia agito direttamente o indirettamente a favore del risparmio energetico e dello sviluppo sostenibile, rappresentando al contempo una nuova fonte di ricavi per la banca. Il progetto verrà poi valutato da un comitato scientifico composto da accademici, rappresentanti delle istituzioni e personalità della società civile, secondo i criteri di visione strategica, efficacia, impatto mediatico e profittabilità. A fianco delle categorie impatto diretto e impatto indiretto, riservate rispettivamente ai progetti che hanno inciso sui consumi e sulle attività interne della banca e a quelli che hanno invece influenzato i comportamenti degli stakeholder del territorio su cui la banca opera, questa terza edizione introduce un premio Honoris Causa e un riconoscimento riservato alle realtà finanziarie del Mezzogiorno.

Il premio Honoris Causa verrà assegnato a un personaggio, ente o istituzione, nazionale o internazionale, che particolarmente si è distinto nella promozione dei valori della sostenibilità ambientale. Al premio speciale Sud e Isole parteciperanno invece automaticamente tutte le istituzioni bancarie e finanziarie regolarmente iscritte a Green Globe Banking Award il cui progetto abbia avuto effetto nelle regioni del Meridione, ovvero Abruzzo, Molise, Puglia, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. Il Green Globe Banking Award è il primo premio in Italia dedicato al green banking. Si propone di valorizzare e promuovere l’eco-sostenibilità non solo come valore civile, ma soprattutto come occasione di business per le banche.

I vincitori delle passate edizioni sono stati la Banca di Credito Cooperativo di Treviglio, con il progetto RisorsAmbiente, nel 2009, e Intesa - Sanpaolo, nel 2008, con il progetto C’è un patrimonio che ci sta particolarmente a cuore.

Redazione GreenBiz.it

GreenBiz.it

Network