Menu

goodenergyawardMelinda (Cles – Trento) per la categoria Industria, Carrefour Italia (Milano) per la categoria Terziario, il Comune di Vigodarzere (Padova) per la categoria Pubblica Amministrazione e Pubbliche Utilities e Sinapsi Tech (Bastia Umbra - Perugia) per la categoria Start-up: ecco i vincitori della sesta edizione del “Good Energy Award 2015”.

Si tratta del premio ideato da Bernoni Grant Thornton, che mette in luce le aziende che hanno avuto il coraggio di investire in un mercato innovativo, non tradizionale, in modo responsabile verso l’ambiente, l’economia e il territorio.

È stato realizzato con il contributo di Bosch e Fercam e con il supporto scientifico del Ministero dell’Ambiente, GSE, Università degli studi di Trento, Fiper (federazione italiana per la produzione di energie da fonti rinnovabili), Parco Tecnologico Padano, ANDAF, Università degli studi di Milano, AEIT, Trentino Sviluppo, TIS, Asseprim, CSR e ODCEC (Ordine dei commercialisti di Milano).

Un riconoscimento speciale è stato assegnato a Coopi (Cooperazione Internazionale), organizzazione umanitaria che contribuisce allo sviluppo delle comunità locali e assiste le popolazioni colpite da catastrofi, e a Efrem (Energy Freedom), onlus la cui missione è far crescere la cultura delle energie rinnovabili nei paesi più poveri.

Industria - Melinda

Melinda è un consorzio cui aderiscono 16 cooperative le quali, a loro volta, riuniscono oltre 4000 famiglie di frutticoltori che coltivano circa 6500 ettari di meleti nelle Valli del Noce (Val di Non e Val di Sole) in Trentino. La produzione media annuale è di circa 360.000 tonnellate, il 15% circa della produzione italiana. Tutti i centri di selezione e confezionamento di Melinda rispettano i più severi standard internazionali di certificazione. Tutto ciò consente a Melinda di garantire la totale tracciabilità del prodotto e di essere in grado di confezionare nei 7 centri fino a 2.000 tonnellate/giorno di mele per 6 giorni la settimana.

Oggi in Italia più del 50% delle mele Golden consumate portano il bollino Melinda ed è per questo che il consorzio ha investito negli ultimi 4 anni oltre 90 milioni di euro per dotarsi di strutture rispettose dell’ambiente, mantenendo i più alti standard di qualità di prodotto e di servizio. Inoltre, il progetto CIME (Conservazione in Ipogeo delle Mele), per la quale il consorzio si è candidato, è una novità a livello mondiale che prevede la conservazione di circa 10.000 tonnellate di mele in ambiente ipogeo ed in atmosfera controllata all’interno di una serie di gallerie scavate nella roccia di Dolimia. Il progetto complessivo punta allo sviluppo di ulteriori gallerie fino ad una potenzialità di conservazione di 48.000 tonnellate.

Terziario - Gruppo Carrefour Italia S.p.A.

L’azienda è presente in 19 regioni italiane per un totale di 1.136 punti vendita e più di 20.000 collaboratori. La cifra d’affari nel 2014 era di 4,688 miliardi di euro. Il gruppo dimostra il suo impegno sui temi del risparmio energetico e della sostenibilità. La riduzione dell’impatto ambientale delle attività, la sensibilizzazione dei clienti e dei collaboratori sull’uso razionale delle risorse energetiche, sono infatti al centro dell’approccio Carrefour allo sviluppo sostenibile. L’ obiettivo entro il 2020 è quello della riduzione del 30% dei consumi energetici per metro quadrato rispetto al 2005 e la riduzione del 40% delle emissioni di CO2 rispetto al 2009. Il consumo di elettricità rappresenta oltre il 90% dei consumi energetici dei punti vendita, costituendo quindi l’asse prioritario sul quale agire per raggiungere tali obiettivi.

Pubblica Amministrazione e Pubbliche Utilities - Comune di Vigodarzere

Il Comune di Vigodarzene ha una popolazione di 13.144 abitanti (al 31/12/2014) su una superficie di 19,92 Kmq. Confina con il Comune di Padova, di cui costituisce la cintura urbana. L’amministrazione comunale ha intrapreso, dal 2007, una serie di politiche ambientali volte al miglioramento della qualità del territorio comunale grazie all’utilizzo di fonti energetiche a basso impatto ambientale quali impianti fotovoltaici e la promozione di stili di vita ecosostenibili.

Start up - Sinapsi Tech

Sinapsi S.r.l. a partire dal 2005 inizia la sua attività di sviluppo e produzione di dispositivi hardware ed applicazioni software per il mondo della Home e Building automation. L’azienda entra poi nel mondo dell’efficienza energetica e dello smart metering. Il premio è stato assegnato grazie a Equobox, uno strumento per Energy Manager, amministratori di condominio, Facility Manager, Utilities, in grado di contabilizzare l’energia e le risorse di un edificio, consentendone la ripartizione dei costi di esercizio in conformità alla Norma UNI 10200.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Good Energy Award 2014: le imprese piu’ virtuose in rinnovabili e risparmio energetico

Rinnovabili: per un terzo delle aziende italiane il passaggio è strategico


GreenBiz.it

Network