Menu

toshiba insalata giapponeL’agricoltura indoor conquista il Giappone. Dopo Sony, anche Toshiba entra in gioco. Un ex stablimento per la produzione di floppy disk ora si è trasformato in un capannone per la coltivazione idroponica di lattuga.

La tecnologia dei floppy disk è ormai sorpassata ed era dunque giunto il momento di reinventarsi. Ma, anziché dedicare il capannone alla realizzazione di strumenti per l’informatica, ecco l’idea di offrire lavoro ad operai con il pollice verde.

Lo stablimento Toshiba Clean Room Farm Yokosuka si trova nelle vicinanze di Tokyo. Risultava vuoto e inattivo dal 1994. L’industria elettronica del Giappone sta attraversando una forte fase di trasformazione e questo è l’esempio della ristrutturazione di una fabbrica basata su nuovi piani industriali.

Ci si attenderebbe che una simile traformazione richieda di avere a disposizione grandi somme per investimenti costosi con scarse possibilità di riuscita nel recupero degli stessi. Ma l’impresa audace di Toshiba sembra smentire tali aspettative in grande stile.

Secondo quanto comunicato dall’azienda infatti Toshiba punta ad una produzione annua di 3 milioni di buste di insalata contenenti foglie di lattuga, spinaci ed altre verdure a foglia, con un obiettivo annuale di vendita pari a circa 3 milioni di dollari.

Al fine di aumentare le vendite del proprio nuovo business, Toshiba sta anche pensando di costruire una nuova fabbrica al di fuori dal Giappone. L’azienda continua a perseguire l’obiettivo di offrire prodotti e servizi unici e di sviluppare nuovi canali di vendita per rafforzare ulteriormente le operazioni di business.

Marta Albè

Leggi anche:

Agricoltura indoor: così si coltiva nel Giappone post Fukushima

Crisi alimentare: un’azienda agricola indoor ad alta efficienza potrà risolverla?

Come l’agricoltura biologica sta rivoluzionando le comunità povere del Guatemala

GreenBiz.it

Network