Menu

olio di palma

Dopo l’elezione di Donald Trump il prezzo dell’olio di palma è salito alle stelle ed ha raggiunto un vero e proprio record per gli ultimi 4 anni.

L'economia malese sta subendo forti scosse dopo la nomina del nuovo presidente Usa. La Malesia insieme all’Indonesia è leader mondiale nella produzione di olio di palma, un ingrediente che viene utilizzato in prodotti alimentari e non, dai gelati ai dentifrici.

L’olio di palma è arrivato alla quotazione di 3,089 MYR, il valore più alto mai raggiunto dal 2012 ad oggi secondo quanto riportato dal Financial Times.

La crescita improvvisa del prezzo dell’olio di palma secondo gli analisti è dovuta anche all’inaspettato calo della produzione avvenuto in Malesia nel corso del mese di ottobre.

La produzione di olio di palma crudo nel Paese ha segnato un calo del 2,2% rispetto al mese precedente e del 17,6% rispetto a un anno fa.

Ad influire sui prezzi e sulla produzione di olio di palma ha un ruolo importante anche il clima, con condizioni meteorologiche inattese, temperature superiori alla norma e una siccità ancora più forte del solito causata da El Niño. A partire da settembre 2016 le esportazioni di olio di palma dalla Malesia sono diminuite dell’1,4%.

Per quanto riguarda l’olio di palma dovremo attendere per comprendere come si evolverà la situazione. In parte la sua produzione si è ridotta in modo naturale per questioni climatiche e in parte proprio questa riduzione potrebbe giovare al Pianeta, dato che la coltivazione di palme da olio è una delle maggiori cause di deforestazione al mondo, una questione di cui le multinazionali dovranno presto o tardi prendersi le proprie responsabilità,.

Marta Albè

Leggi anche:

Olio di palma: l'impatto socio-economico in Malesia

 

Network