Menu

lmsc sprechi alimentariCome arginare gli sprechi alimentari? Arriva una App pronta ad aprire un nuovo canale online per la lotta agli sprechi alimentari. Negozianti e esercenti avranno dei vantaggi da questo punto di vista? Potranno contribuire di più alla riduzione degli sprechi alimentari?

Tra Natale e Capodanno si stima che verranno sprecate ben 440 mila tonnellate di cibo che finiranno tra i rifiuti. Il costo dello spreco alimentare in Italia è di 8,7 miliardi, secondo l’osservatorio Waste Watchers.

Ora LMSC, LastMinuteSottoCasa.it, arriva per contribuire ad affrontare il problema degli sprechi alimentari nei piccoli esercizi commerciali. Si tratta di un fenomeno poco monitorato e dunque sottovalutato, anche se in realtà rappresenta una questione rilevante.

Il portale permette ai negozi con prodotti alimentari in eccedenza o in scadenza di informare subito della loro presenza sugli scaffali i cittadini che abitano nelle vicinanze e che potranno raggiungere i punti vendita che si trovano a breve distanza da casa o dal luogo di lavoro.

Il progetto per il portale è nato all’interno dell’incubatore di imprese del Politecnico di Torino. Il portale è strutturato in modo tale che i cittadini possano selezionare soltanto i prodotti a cui sono davvero interessati.

I vantaggi per i negozianti sono evidenti: potranno ridurre gli sprechi alimentari informando i cittadini in tempo reale della presenza di prodotti che si avvicinano alla scadenza, o che risultano in eccedenza, e che dunque rischiano di andare sprecati entro breve. Se la clientela risponderà in modo positivo all’iniziativa, le vendite dei prodotti vicini alla scadenza aumenteranno, con un immediato vantaggio economico per gli esercenti.

Pensiamo, ad esempio, al pane invenduto a fine giornata e a ciò che rimane troppo a lungo sui banchi di gastronomie e pasticcere, e che dunque verrà gettato tra i rifiuti se non potrà essere venduto in tempo. Se il sistema funzionerà, i negozianti potranno risparmiare anche sugli acquisti di ingredienti e prodotti da mettere in vendita.

I consumatori potranno consultare facilmente il portale dallo smartphone per rimanere sempre informati sulle nuove offerte. Il comportamento corretto e trasparente dei negozianti potrà contribuire alla fidelizzazione della clientela.

Infine, secondo i suoi ideatori, la novità permetterà di far tornare in negozio il consumatore sempre più abituato all’acquisto online, e dall’altro consentirà un’evoluzione digitale dei piccoli esercizi commerciali di prossimità, che altrimenti rimarrebbero schiacciati dalla forza di promozione sul web della grande distribuzione organizzata.

Le attività del portale potranno coinvolgere gli oltre 340 mila piccoli esercizi commerciali presenti in Italia, che potranno aggiornarsi con una nuova presenza sul web e nello stesso tempo contribuire a ridurre gli sprechi alimentari che, se tutto andrà bene, avranno i minuti contati.

Visita qui il portale Last Minute Sotto Casa e scopri come registrarti subito.

Marta Albè

Leggi anche:

GreenBiz.it

Network