Menu

sostanze chimiche detersivi walmart

Walmart ha chiesto ai propri fornitori di trovare delle alternative a otto sostanze chimiche potenzialmente dannose per la salute e per l’ambiente presenti in detersivi e prodotti cosmetici.

Le 8 sostanze che Walmart vorrebbe eliminare sono triclosan, formaldehyde, toluene, diethyl phthalate, nonylphenol exthoxylate, butylparaben, dibutyl phthalate e propylparaben.

I fornitori dovranno metterle in evidenza sui propri prodotti e iniziare da subito a cercare delle alternative per sostituirli in futuro. Walmart vuole migliorare la qualità dei prodotti in vendita e per farlo dal 2013 sta collaborando con l’Environmental Defense Fund con l’obiettivo di ottenere una maggiore trasparenza a favore dei consumatori.

Non è sempre semplice per le aziende riformulare dei prodotti già esistenti. A volte risulta più rapido il processo per proporre nuove linee di prodotti innovativi. Proprio per questo motivo Walmart non vuole obbligare i propri fornitori ad eliminare le sostanze indesiderate a breve ma viole concedere loro tutto il tempo necessario. La presenza delle otto sostanze indicate da Walmart inizierà ad essere specificata i etichetta dal 2018 e nel frattempo si inizierà a lavorare sulla ricerca delle alternative per sostituirle.

Le sostanze indicate vengono definite ad alta priorità (HPCS) soprattutto perché sono presenti in numerosi prodotti di uso comune e frequente per l’igiene e per la detergenza. Le aziende al momento continuano ad utilizzare queste sostanze perché si basano prevalentemente su formulazioni già esistenti.

La sostituzione delle sostanze indesiderate richiederà tempo ma Walmart ha comunque dimostrato di voler compiere dei passi avanti dal punto di vista della sostenibilità e della sicurezza. Nel frattempo chi vive negli Usa potrà fare riferimento alla lista EWG Verified Products per andare alla ricerca di prodotti sicuri. Si tratta di un elenco di cui i prodotti Walmart per il momento non possono ancora fare parte.

Marta Albè

Leggi anche:

Biologico low cost: Walmart abbassa i prezzi negli Usa. E in Italia?

GreenBiz.it

Network