Menu

obama decreto emissioni 0Compiendo un nuovo passo sulla via della lotta ai cambiamenti climatici, il Presidente americano Barack Obama ha firmato un decreto che impone a tutti gli enti federali di tagliare le proprie emissioni del 40% rispetto ai livelli del 2008 entro i prossimi dieci anni.

Con 360 mila edifici e circa 650 mila veicoli in dotazione, le agenzie, gli uffici e gli enti facenti capo al Governo federale rappresentano, complessivamente, il maggiore consumatore di energia di tutti gli Stati Uniti, contribuendo in larga parte alla produzione di emissioni nocive.

Una contraddizione, se si pensa che il Presidente Obama ha fatto della lotta ai cambiamenti climatici una priorità del proprio secondo e ultimo mandato presidenziale, imponendo vincoli più restrittivi alle emissioni prodotte dagli impianti industriali e incentivando le rinnovabili. Non stupisce, pertanto, l'adozione di una misura che impone alle strutture governative di ripensare e rendere più efficiente l'utilizzo delle proprie risorse energetiche.

obama plan 0

Secondo le stime diffuse dalla Casa Bianca in una nota, il decreto promulgato giovedì scorso da Obama determinerà una diminuzione delle emissioni di circa 21 milioni di tonnellate – che equivale ad eliminare ogni anno dalle strade ben 4,2 milioni di auto – e un risparmio complessivo sul costo dell'energia di 1,8 miliardi di dollari nel periodo 2008-2025.

La Casa Bianca ricorda anche che, dal 2008, anno di inizio del primo mandato presidenziale di Obama, gli uffici e le strutture federali hanno già ridotto le proprie emissioni del 17%, aumentando, nello stesso tempo, l'utilizzo di elettricità prodotta da fonti rinnovabili (passata dal 3 al 9%), e riducendo il consumo di acqua del 19% rispetto ai livelli del 2007.

obama plan 00

"Oggi l'America si pone ancora una volta come un esempio da seguire." – ha dichiarato Obama dopo aver firmato il provvedimento – "Questi sono obiettivi ambiziosi, ma sappiamo anche che sono raggiungibili."

Per rispettare i limiti imposti dal nuovo decreto, gli enti federali dovranno attivarsi per ridurre il consumo energetico all'interno delle proprie strutture, privilegiando sempre più fonti pulite.

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Cambiamenti climatici: un negazionista a capo della Commissione Ambiente del Senato americano

Cambiamenti climatici: il muro dei lobbisti contro Obama, in testa 'dottor Male'

Obama, al via nel 2016 incentivi fiscali per rinnovabili

GreenBiz.it

Network