Menu

crowdfunding tips 00Il crowdfunding è una forma di finanziamento collaborativo "dal basso" che offre a chiunque abbia una buona idea la possibilità di realizzarla concretamente con l'aiuto del web.

A patto i rispettare alcune regole e muoversi nel modo giusto, come spiega Graeme Roy, responsabile marketing di Crowdfunder, una delle piattaforme di finanziamento collaborativo più utilizzate in Gran Bretagna.

Ecco quindi le 7 mosse indispensabili per portare avanti un crowdfunding di successo:

1) Avere un piano

Nulla può essere lasciato al caso: il successo di una campagna di finanziamento nasce da una pianificazione attenta e meticolosa di tutti passaggi. Almeno il 90% del lavoro, avverte Roy, deve essere fatto prima della data di lancio della capagna. Ad esempio, molto prima di chiedere fondi, è necessario individuare uno o più target, ideare un messaggio e declinarlo in modo da raggiungere tutti i propri potenziali sostenitori - ricordandosi di essere pronti a modificarlo in corsa, qualora si riveli inefficace.

2) Creare un team

Una campagna di crowdfunding richiede tempo, impegno ed energie ed è impensabile di portarla avanti da soli. Meglio, allora, creare un team, assegnando ruoli e responsabilità precisi, in modo da moltiplicare le proprie chance di successo.

3) Mettere alla prova idee e messaggio

Per comprendere se la propria idea possa avere successo e se un determinato messaggio sia realmente efficace, bisogna metterli alla prova, proponendoli a persone che rientrino nel proprio target di riferimento e che non facciano parte della propria cerchia di conoscenti. A questo scopo, è possibile utilizzare gli strumenti più tradizionali del marketing, quali indagini telefoniche e via e-mail, costruendo mano a mano un network di contatti che consenta di individuare le persone interessate al progetto e, di conseguenza, i propri potenziali sostenitori.

4) Scaldare i motori

A partire da tre mesi prima dell'inizio della campagna è consigliabile iniziare a comunicare con il proprio target e a pubblicizzare la propria iniziativa attraverso tutti i canali del marketing che consentano di raggiungere i propri potenziali sostenitori. I messaggi dovranno diventare sempre più frequenti mano a mano che la data di lancio si avvicina, in modo da creare attesa e suscitare curiosità e interesse, innescando – nella migliore delle ipotesi – un utilissimo passaparola.

5) Conoscere i propri potenziali sostenitori

Perché una campagna di crowdfunding abbia successo è necessario fare una stima preventiva dei finanziamenti che ciascun gruppo di potenziali sostenitori potrebbe offrire, in modo da non fissare obiettivi arbitrari o fuori misura. Le ipotesi dovranno poi essere verificate chiedendo ai diretti interessati quanto sarebbero pronti ad investire nel progetto.

6) Trovare sin dall'inizio un gruppo di sostenitori

Quando parte una campagna di finanziamenti, nessuno vuole essere il primo a investire: per questo, al momento del lancio è necessario aver creato un gruppo di sostenitori "fedeli", che sia pronto ad investire immediatamente. L'esistenza di un piccolo gruzzolo sin dall'inizio faciliterà le donazioni da parte di altri.

7) Portare avanti il progetto

Il successo di un'idea dipende anche da come ci si comporta con i sostenitori e con il proprio team. Bisogna ricordare di ringraziare i sostenitori e tenerli aggiornati riguardo alle proprie attività e, allo stesso modo, bisogna gratificare i membri del proprio team, in modo che siano felici di aver investito tempo ed energia nel progetto.

E, ovviamente, avanti tutta con il crowfunding!

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Crowdfunding: 30 mln investiti dal basso nei progetti italiani

Banca Etica punta sul crowdfunding: al via la collaborazione con Produzioni dal Basso

Fotovoltaico: il crowdfunding sbarca in Cina per finanziare impianto da 1 GW

Fotovoltaico in crowdfunding: l'idea virale di Revolv

GreenBiz.it

Network