Menu

earth science programma 000

In opposizione alla politica ambientale perseguita dal Presidente Obama, i Repubblicani hanno promosso un disegno di legge per ridurre in modo significativo il bilancio 2016 e 2017 della Nasa: e i tagli proposti vanno a colpire proprio la ricerca collegata ai cambiamenti climatici.

Quando il presidente Barack Obama ha presentato la sua proposta di bilancio per il 2016, non solo ha previsto cospicui finanziamenti per sostenere le energie rinnovabili, ma ha anche stanziato 1,947 miliardi di dollari a supporto del programma Earth Science della NASA: un programma-chiave per sviluppare la resilienza climatica, in quanto raccoglie dati preziosi sui cambiamenti climatici utilizzando i satelliti in orbita, con l'obiettivo di comprendere meglio il "funzionamento" del Pianeta Terra.

Ma i Repubblicani stanno sostenendo un disegno di legge che taglierà i finanziamenti al programma di un quota compresa tra i 300 milioni e i 500 milioni di dollari, andando a minare proprio gli studi sul clima commissionati alla Nasa dal Governo.

Il senso della mossa è, a detta dei Repubblicani, che la Nasa dovrebbe focalizzarsi sulla ricerca spaziale, in modo da assicurare agli Stati Uniti di mantenere il proprio primato in questo campo anche nei cinquant'anni a venire, e non perdere tempo ed energie con temi "ideologici", come il riscaldamento globale.

Non a caso, il taglio al bilancio della Nasa - già approvato lo scorso 30 aprile dalla House Committee on Science, Space and Technology, una delle commissioni del Congresso americano, presieduta dal Repubblicano Lamar Smith, negazionista convinto - preserva i finanziamenti a programmi e missioni spaziali, mentre colpisce duramente le ricerche collegate alla crisi climatica e allo studio della Terra. Nulla di cui stupirsi se si pensa che, nel corso dei primi 12 mesi che hanno visto Smith a capo della Commissione, le sedute dedicate agli alieni hanno superato quelle dedicate ai cambiamenti climatici.

Un comunicato prontamente rilasciato dalla Nasa ha fatto sapere che l'indebolimento del programma Earth Science "minaccia di riportare indietro di una generazione il lavoro fatto finora per comprendere meglio i cambiamenti climatici, minando la capacità di fronteggiare fenomeni quali terremoti, siccità e tempeste. [...] La Nasa è leader al mondo per l'esplorazione e lo studio di pianeti, ma nessuno di questi è più importante di quello in cui viviamo."

Secondo il quotidiano LA Times, inoltre, la votazione del disegno di legge sarebbe stata un vero e proprio blitz: i membri democratici della Commissione sarebbero stati tenuti all'oscuro dell'esistenza stessa del testo, che sarebbe stato fatto passare con i soli voti repubblicani.

Ora il disegno di legge dovrà essere presentato al Congresso: ma, se non vi verranno apportate modifiche sostanziali, la ricerca sui cambiamenti climatici rischia davvero una lunga fase di stallo.

Lisa Vagnozzi

LEGGI anche

Cambiamenti climatici. Obama show: ironia e un traduttore della 'rabbia' contro i negazionisti (VIDEO)

Obama: i cambiamenti climatici fanno male anche alla salute

Cambiamenti climatici: un negazionista a capo della Commissione Ambiente del Senato americano

Obama, al via nel 2016 incentivi fiscali per rinnovabili

Network