Menu

RECAIL'Italia perde una posizione e si colloca al dodicesimo posto; la liberalizzazione del mercato aiuta la Cina a contendere agli Stati Uniti il primato nel settore; i mercati asiatici stanno rafforzando la propria posizione mentre i cambiamenti politici nei paesi occidentali stanno provocando instabilità sui mercati; l'Africa rafforza il suo potenziale come meta per gli investimenti destinati alle energie rinnovabili.

È questa la sintesi dei principali risultati dell'ultimo indice trimestrale realizzato da EY, Renewable energy country attractiveness index (RECAI), che evidenzia come la continua instabilità politica e normativa stia ancora ostacolando lo sviluppo delle energie rinnovabili in molti mercati, a partire dall'Italia, dove è stato appena annunciato ufficialmente una rimodulazione retroattiva degli incentivi al fotovoltaico.

Ma il cambiamento nelle dinamiche del mix energetico e la richiesta di nuove fonti di capitale e di modelli di business innovativi stanno creando importanti opportunità per il settore e per gli investitori.

Il report evidenzia come queste opportunità stiano diventando sempre più importanti negli Stati Uniti, con aspettative crescenti sulla trasformazione delle energie rinnovabili nell'ultimo decennio ed un mercato energetico che si trova ora ad un bivio.

RECAI GIUGNO 2014

L'ITALIA PERDE UNA POSIZIONE - Andrea Paliani, Energy Leader di EY, commenta:

"Sebbene abbia perso una posizione l'Italia non ha registrato cambiamenti significativi nel ranking internazionale. Il ruolo sempre più prominente che stanno avendo i mercati emergenti sta contribuendo a cambiare il quadro globale delle energie rinnovabili, gli investimenti si spostano nei paesi in via di sviluppo e le difficoltà fiscali e burocratiche italiane spingono le imprese rinnovabili fuori dal paese. Ciò nonostante l'Italia resta ben posizionata su diverse aree della green-white economy, circa un quarto delle imprese italiane si sta orientando verso un approccio che fa di innovazione e ambiente un fattore di competitività e una possibile soluzione contro la crisi".

STATI UNITI CONTRO CINA, LOTTA AL PRIMO POSTO - Un mercato fiorente per il solare, la riduzione di 45GW nella produzione di energia da carbone e segnali di ripresa per il mercato dei capitali permettono di dipingere un quadro positivo per il mercato americano delle rinnovabili, contribuendo a mantenere la posizione degli Stati Uniti ai vertici delle classifiche. Tuttavia, le incertezze relative alle detrazioni fiscali e ai finanziamenti, l'aumento della produzione di petrolio e lo stallo decisionale del Congresso potrebbero riportare gli Stati Uniti ai livelli precedenti il periodo del boom negli investimenti nel settore.

Claudio Lencovich, Senior Manager Energy di EY spiega:

"La volatilità delle politiche statunitensi a livello federale può a volte mascherare allettanti regimi di incentivazione o programmi ambiziosi per le energie rinnovabili a livello statale, in particolare con la grid parity più vicina in alcuni mercati rispetto ad altri. Si stima che l'85% della domanda di elettricità supplementare negli Stati Uniti possa essere prodotta entro il 2025 con le energie rinnovabili e questo rappresenta un forte segnale per le opportunità di crescita. Complessivamente, il mercato delle energie è in continua evoluzione e siamo stati testimoni dell'inizio di un cambiamento di paradigma verso un nuovo mix energetico ".

Il segreto degli Usa? Investitori istituzionali, pubblici e privati, così come il crowdfunding stanno tutti guadagnando popolarità e creando opportunità per gli investitori nazionali ed esteri. Intanto, però, la Cina continua a rafforzare la propria posizione al secondo posto. I segnali di un approccio più orientato al mercato, sia nel settore delle rinnovabili che più in generale nell'economia, stanno orientando le previsioni al superamento del mercato statunitense sia nel solare che nell'eolico entro la fine del decennio. La Cina prevede di aggiungere circa 100GW di energia eolica e 60GW di energia solare entro il 2018.

Paliani aggiunge:

"Obiettivi ancora più ambiziosi nel settore delle rinnovabili hanno dato un nuovo impulso al mercato cinese. Il duplice obbiettivo di incentivare la produzione locale e combattere l'inquinamento atmosferico portano ad un outlook estremamente favorevole, che è rafforzato dalla volontà del governo cinese di aprire il settore per ottenere una maggiore competitività, e quindi opportunità, per investitori nazionali".

GIAPPONE E INDIA VOLANO - Per quanto riguarda gli altri paesi nelle prime posizioni del ranking, Giappone e India sono pronti a superare i propri competitor in classifica, grazie a nuovi modelli di incentivi, progetti su larga scala e programmi ambiziosi. Tuttavia, ci sono segnali contrastanti per il Giappone a seguito del rilascio di un progetto energetico nazionale che favorisce il nucleare e il carbone, mentre il perseverare dei cambiamenti macroeconomici e le dispute sul mercato del solare in India stanno frenando la sua salita in classifica nel breve termine.

Nel frattempo, il Regno Unito è sceso al sesto posto sulla scia dell'annuncio di ulteriori revisioni delle politiche (LEGGI Fotovoltaico in UK: Governo minaccia taglio a incentivi). Il Regno Unito beneficia di uno dei mercati finanziari più efficienti, ma questo vantaggio potrebbe dissolversi se politiche coerenti non venissero condivise dai propri leader.

Forti capacità di previsione e l'approvazione di un nuovo regime tariffario incentivante per i progetti eolici hanno aiutato la Francia a salire all'ottavo posto sopra l'Australia, dove una possibile cancellazione del Renewable Energy Target sta rallentando gli investimenti. Una rapida crescita del settore solare e la promessa di nuove aste di capacità nel 2014 portano il Brasile nella top 10 per la prima volta da quando la cancellazione delle aste lo ha fatto scendere nel ranking all'inizio del 2013.

AFRICA, NUOVA TERRA DELLE RINNOVABILI - Uscendo dalla classifica delle top ten, l'Africa continua ad espandere la propria presenza nel mercato delle rinnovabili a livello mondiale. In Sud Africa, la decisione di incentivare il programma nazionale di produzione di energie pulite, unito ad una crescente presa di coscienza dell'esaurimento delle riserve di carbone, hanno portato il paese al 17° posto in classifica. Al contempo, il finanziamento di 870 milioni di dollari per il progetto da 300MW del Lago Turkana ha contribuito a portare il Kenya al 37° posto, ponendo una pietra miliare nella storia dei finanziamenti di grandi progetti relativi alle rinnovabili per tutta l'Africa.

La Nigeria rappresenta un mercato da osservare con attenzione considerando il suo ambizioso programma di riforma del settore energetico e il progetto pubblico-privato del valore di 5 miliardi di dollari per lo sviluppo di una capacità solare di 3 GW nel paese. Date le grandi difficoltà nell'approvvigionamento del gas, gli incentivi per le energie rinnovabili sono attualmente in fase di sviluppo insieme ai primi progetti pubblici su vasta scala, la Nigeria sembra destinata a diventare un mercato interessante per aziende e investitori.

Andrea Paliani conclude:

"Nonostante le importanti prospettive per le energie rinnovabili nei mercati emergenti come la Nigeria, i disordini politici non possono essere ignorati in quanto possono rappresentare un ostacolo a breve termine per gli investimenti e lo sviluppo. L'uso di strumenti di attenuazione del rischio, come assicurazioni contro situazioni di crisi politiche e altri prodotti destinati a mitigare le possibili problematiche diventeranno sempre più importanti per permettere lo sfruttamento delle opportunità derivanti dal settore delle rinnovabili, sia in mercati sviluppati che emergenti. La necessità di soluzioni su misura e una maggiore collaborazione tra fornitori di energia e acquirenti delle industrie ad alto consumo energetico, diventeranno fondamentali per l'apertura a nuovi mercati."

Per leggere il report clicca qui

Roberta Ragni

Leggi anche:

Rinnovabili: la top ten dei Paesi in cui investire secondo E&Y

Fotovoltaico 2014: dove conviene investire nel mondo?

Fotovoltaico 2014: i mercati più attraenti del mondo

Investimenti rinnovabili in Italia: 3 passi per cogliere le opportunita' di un mercato maturo

GreenBiz.it

Network