Menu

leadership

Resilienza” si riferisce alla capacità di fronteggiare eventi particolari, gestire la complessità, rialzarsi più volte, ma può anche riferirsi alla capacità di evolversi grazie ad una visione a lungo termine delle cose. E vale non solo per gli individui, ma anche per le aziende.

QUESTIONE DI LEADERSHIP – Un leader resiliente è sicuramente un vantaggio per le aziende. Serve una persona che sappia comprendere e anticipare i rischi e sappia riconoscere le opportunità, che sappia interagire con gli stakeholder più vari e dimostri flessibilità e impegno anche sul fronte etico. Questi leader sono rari.

Nel 2012 BSR, Changing Consciousness ed Executiva hanno pubblicato un report, “Sustainability and Leadership Competencies for Business Leaders”, che indicava proprio le competenze necessarie a sviluppare leadership resilienti. Ci sono 6 abilità che vengono rintracciate nelle loro personalità e nei loro atteggiamenti.

1 – CONSAPEVOLEZZA

I leader resilienti sanno interpretare i trend di lungo termine e anticipare le tendenze, per poter mettere in atto reazioni efficienti. Si tratta di cogliere opportunità e dribblare rischi.

2 – VISION E STRATEGIA

I leader resilienti sanno comunicare la vision perché la hanno chiara nella propria mente: sanno dove vogliono portare la loro azienda. E sanno come questa deve porsi nei confronti di interlocutori interni ed esterni.

3 – DALLA CONSAPEVOLEZZA ALLA GESTIONE

I rischi non sono più soltanto fisici, sono legati anche alla reputazione, alla continuità di business, alle relazioni con gli stakeholder. I leader devono saper prevedere il futuro e anticiparli, gestendo quindi attività e soggetti coinvolti per minimizzare i rischi previsti.

4 – ENGAGEMENT

Bisogna coltivare l’engagement con gli stakeholder, ascoltandoli e vedendoli non come ostacoli ma come fonte di ispirazione. Di fatto, sono loro i co-proprietari dell’azienda, in un certo senso: sono loro che determineranno la strada che questa intraprenderà.

5 – FLESSIBILITA’

Questa parola spesso viene fatta coincidere proprio con “resilienza”, vista come capacità di adattamento, una qualità che i leader non possono oggi non possedere. In parte, è anche capacità di affidarsi all’istinto quando si tratta di capire se sia il momento di cambi di direzione o di continuare sulla stessa strada. In ogni caso, serve una buona dose di creatività e di immaginazione per capire dove si celino le opportunità.

6 – ETICA

Etica e integrità sono 2 valori che per i leader (quelli intervistati per il report) hanno più importanza delle competenze. Non basta avere standard etici in azienda, sono i leader a dover dimostrare come questi valori abbiano fortemente impregnato tutta la cultura aziendale.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Larry Page di Google È il Ceo più amato dai lavoratori

Lavorare meno per vivere meglio e felici, parola di Google (VIDEO)

I 14 comandamenti di Steve Jobs: le regole per diventare leader

GreenBiz.it

Network