Menu

Smart working: approvata la legge. Ma in Italia sono solo 250 mila i “lavoratori agili”

  • Scritto da Anna Tita Gallo

smartworkerLo smart working è legge, il Parlamento italiano ha da poco votato la legge sul lavoro autonomo che include le regole dedicate a questa nuova modalità di lavoro. Sono già molte le aziende di una certa dimensione che se ne avvalgono, ma di fatto sono soltanto 250 mila i lavoratori “da remoto”.

I benefit aziendali che fanno bene alla salute e al Pianeta

  • Scritto da Anna Tita Gallo

gympassSempre più aziende decidono di offrire come benefit qualcosa che faccia bene alla salute dei dipendenti, al loro umore o al Pianeta. Una delle ultime soluzioni per le aziende italiane è Gympass, che ora arriva anche nel nostro Paese, e si pone come idea per spingere a svolgere più attività fisica.

La triste storia delle braccianti rumene vittime di abusi nei campi siciliani

  • Scritto da Anna Tita Gallo

nicoletaIn Italia troppi braccianti lavorano in condizioni inaccettabili e anche la stampa internazionale li ha notati. Ecco cosa scrivono sul Guardian, denunciando una situazione che certo non ci fa onore. Il primo nome che incontriamo è quello di Nicoleta Bolos. La sua storia è quella di tante rumene che sono arrivate nei campi siciliani come lavoratrici stagionali e si sono ritrovate vittime di violenze continue da parte dei propri datori di lavoro.

Disoccupazione: come chiedere l’assegno di ricollocazione

  • Scritto da Anna Tita Gallo

look4jobUn reddito base di 560 euro al mese per 2 mila disoccupati estratti a sorte, che continueranno a ricevere l’assegno anche se trovano lavoro. E’ un esperimento iniziato in Finlandia e che durerà 2 anni. Obiettivo: ridurre la povertà e aumentare il tasso di occupazione. Ma anche in Italia è possibile ottenere benefici dallo Stato grazie al Jobs Act.

Pagati per girare il mondo, bere birra e condividere storie: World of Beer cerca candidati (VIDEO)

  • Scritto da Anna Tita Gallo

wobrecruitmentWorld of Beer sta cercando candidati che viaggino in tutto il mondo, da un birrificio all’altro, per condividere le proprie esperienze brassicole. E’ un vero e proprio lavoro, con tanto di colloqui preliminari e retribuzione.

Nuova Zelanda, si cercano esperti di tecnologia: vacanze pagate per chi fa il colloquio (VIDEO)

  • Scritto da Anna Tita Gallo

nzealandrecruitmentSi chiama Looksee Wellington ed è un programma creato in Nuova Zelanda per assumere nuove risorse che lavoreranno in aziende del comparto tech. La particolarità è che si offre una vacanza pagata a coloro che dimostreranno di possedere profili interessanti.

Svezia: un’ora di permesso retribuito per dedicarsi al sesso

  • Scritto da Anna Tita Gallo

sesso svezia

Fare sesso è fondamentale per una qualità della vita migliore, ecco perché in Svezia il consigliere comunale di Overtornea Erik Muskos ha lanciato una proposta, che dovrà essere votata a breve: un’ora libera retribuita alla settimana destinata ai rapporti sessuali per i dipendenti del comune.

Chi siamo

Network