Menu

donne_lavoroConiugare ambiente e business è possibile. A dimostrarlo stavolta sono le imprese “rosa” italiane e olandesi che, il 14 aprile, hanno presentato i loro prodotti di punta al Green Champions Day organizzato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile in collaborazione con le ambasciata olandese a Roma e la Fao nell’ ambito della missione commerciale olandese per l’ imprenditoria femminile. I prodotti messi a punto dall’eco-imprenditoria delle due Nazioni riguardano in particolare quelli derivati dall’agricoltura, “farina di roccia” a zero emissioni per fertilizzare in modo naturale i terreni, borse di design in materiale riciclato, sistemi innovativi per il riciclo dei rifiuti in plastica, progetti per eco-trasporti e mini-metro.

Oggi, tutte le imprese qui riunite ha detto Raimondo Orsini, direttore della Fondazione- dimostrano come si possa cambiare il mondo e avviarsi verso una società più sostenibile grazie all’ economia e al mondo imprenditoriale, soprattutto quello femminile che ha saputo raccogliere la sfida dello sviluppo sostenibile e dell’ innovazione”.

In Italia, le imprese guidate da donne sono circa un milione e mezzo, il 23,5% del totale (una su quattro), e molte sono attive nel settore high tech. Le imprese femminili sono in crescita ovunque, nonostante la crisi, e sono presenti soprattutto nel sud e nelle isole (36,6%). Lombardia e Campania sono le Regioni a più alto tasso di imprese “in rosa”, mentre negli ultimi 5 anni l’aumento maggiore di imprenditrici si è registrata nel Molise e nella Basilicata. Le 23 aziende olandesi a guida femminile presenti all’ incontro, soprattutto del settore agricolo, immobiliare, finanziario e delle tecnologie sostenibili, hanno avuto l’ opportunità di mettere a confronto le proprie esperienze con quelle delle aziende italiane, come primo passo verso una futura collaborazione nel segno della sostenibilità.

Redazione GreenBiz.it

 

GreenBiz.it

Network