Menu

palermo museoLamborghini offre ai propri dipendenti che decidono in investire nella propria formazione una serie di agevolazioni. Anche Brunello Cucinelli qualche mese fa aveva dato un annuncio simile. La cultura diventa sempre più un benefit aziendale a tutti gli effetti.

Lamborghini si rivolge ai dipendenti che vogliono elevare il proprio titolo di studio e concede 250 ore di permesso retribuito per lo studio – che lievitano di altre 100 ore per chi ha bisogno di più tempo per finire la tesi di laurea – oltre ad un premio che va da 720 a 900 euro l’anno.

I vantaggi per l’azienda quali sono in un caso come questo? Innanzitutto, per il dipendente l’idea di avere un benefit a disposizione – anche quando non lo sfrutta direttamente – rappresenta un segnale di vicinanza da parte dei vertici. Di conseguenza, sviluppa più attaccamento all’azienda stessa, che intanto in cambio ha un vantaggio ulteriore: i dipendenti più formati hanno competenze migliori e più aggiornate.

Brunello Cucinelli ha optato per una scelta più semplice e sicuramente ancora più allettante per i dipendenti: il rimborso delle spese sostenute in cultura. Libri, biglietti di cinema, teatro, musei e così via. In totale 500 euro per i single e 1.000 euro per chi ha una famiglia. Anche la procedura è molto semplice, basta conservare scontrini e ricevute.

“Bisogna curare il corpo e l’anima”, ripete Cucinelli, che ha creato a Solomeo un’isola felice, un’azienda nella quale in molti vorrebbero trovare un’occupazione, un’azienda in cui si produce, si lavora sodo ma si riconosce soprattutto l’umanità del singolo dipendente.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Ferrero diventa viral: regala 3 anni di stipendio alla famiglia del dipendente deceduto

Luxottica: bonus per i dipendenti mai assenti e possibilità di donare ore libere

Congedo mestruale: accade in Inghilterra. E aumenta la produttività

GreenBiz.it

Network