Menu

datacenter 600

Il vecchio impianto a carbone di Jackson County, Alabama, si appresta a diventare un pilastro dell’impegno di Google per un futuro all’insegna dell’energia pulita. Sorgerà proprio qui un nuovo ed enorme data center, all’interno degli edifici esistenti.

Big G ha le idee chiare: costruire il suo primo nuovo data center negli Usa nel giro di 8 anni sfruttando gli spazi di un ex centrale a carbone. L’annuncio è stato dato durante una conferenza stampa all’esterno del nuovo sito, che prenderà sembianze tecnologiche e allo stesso tempo green grazie ad un investimento di 600 mln di dollari. Per la regione si tradurrà anche in circa 100 nuovi posti di lavoro.

A lasciare il posto a Google sarà la Widows Creek Power Plant, centrale gestita dalla Tennessee Valley Authority, costruita negli anni Cinquanta. All’apice del suo successo era stata tra i siti maggiori produttori di energia e dava lavoro a centinaia di persone.

Poi però la TVA ha dovuto spegnere molte centrali, quelle più vecchie, per potersi conformare ai nuovi standard energetici e ai dettami della Environmental Protections Agency.

A luglio, i 350 acri di centrale non saranno ufficialmente più un impianto a carbone, ma saranno il futuro data center di Google. Sembra anche che quest’area si libererà totalmente dal legame con le fonti fossili, visto che Big G intende alimentare il suo data center con energia al 100% rinnovabile, anche se al momento non ha svelato ulteriori dettagli in merito.

E questa nuova idea soddisfa anche l’Alabama, che per anni ha cercato di attirare proprio la costruzione di data center visto che lo stato erogava incentivi già nel 2012 e ha varato un’altra manovra simile quest’anno. Nel caso di Google si tratta intanto del 14esimo data center a livello mondiale.

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Ecco il primo Data Center climate positive, con rinnovabili e teleriscaldamento integrato

Apple: nuovo data center 100% rinnovabile

Internet Green: Apple, Facebook e Google verso 100% rinnovabili (#clickclean)

GreenBiz.it

Network