Menu

Smartphone-for-BusinessInseparabili da tablet e smartphone. Sono dipendenti e professionisti delle aziende, tra cui l'uso di dispositivi mobili continua a crescere a ritmi elevati, diventando normale prassi per svolgere al meglio il proprio lavoro, contando su una maggiore efficienza e flessibilità. Ma, esattamente, come vengono usati? Quali applicazioni vengono scelte? E quali, invece, sono fornite direttamente dalle imprese?


Per capire come l'uso di applicazioni per dispositivi mobili stia influenzando il business e aiutare le imprese ad utilizzare le app più utili, Siemens Enterprise Communications, leader tra i fornitori di comunicazioni aziendali, e Detecon, una delle principali società di consulenza ICT, hanno condotto un'indagine qualitativa tra aziende di settori diversi tra loro. E propongono le 10 app indispensabili per lavorare in mobilità.

OGNUNO FA DA SÈ - In primis, va sottolineato che i risultati non hanno rivelato un quadro omogeneo o una tendenza unica: i dipendenti, infatti, agendo di propria iniziativa, installano e utilizzano altre applicazioni in aggiunta a quelle ufficiali fornite dalle loro aziende. Le applicazioni vengono scaricate dagli app store delle varie piattaforme per dispositivi mobili: tra i download più comuni per motivi di lavoro ci sono le applicazioni per la pianificazione di viaggi, con orari di treni e aerei, ma anche quelle per la condivisione di informazioni e lo scambio di dati.

GLI OSTACOLI - Dall'indagine emerge che fra i maggiori ostacoli che inibiscono l'introduzione e l'uso abituale di applicazioni per dispositivi mobili all'interno dell'ambiente aziendale, vi sono la mancanza di esperienza d'uso, i problemi di sicurezza, l'investimento economico richiesto, nonché l'eterogeneità e le limitazioni fisiche degli stessi dispositivi (ad esempio le piccole dimensioni degli schermi degli smartphone – motivo per cui l'iPad viene indicato come lo strumento preferenziale).

PIU' EFFICIENZA E FLESSIBILITA' - Riccardo Ardemagni, amministratore delegato di Siemens Enterprise Communications, spiega che "i servizi di Unified Communications e Collaboration in mobilità possono dare luogo a significativi incrementi di efficienza e flessibilità nei processi di business. Ad esempio, un tecnico del Servizio Clienti è in grado di risparmiare fino a un'ora al giorno grazie alla semplificazione dei processi in mobilità. L'indagine mostra che tale argomento è oggetto di discussioni ed è diventato parte della strategia tecnologica di ciascuna azienda. Altro tema importante da considerare è quello della protezione dei dispositivi, tenendo conto che dati aziendali sensibili possono finire sui dispositivi privati usati per lavoro".

10 APPLICAZIONI PER LAVORARE IN MOBILITA' - Al di là dell'utilizzo e dell'impatto nel mondo delbusiness dei grossi social network LinkedIn, Facebook e Twitter, Siemens Enterprise Communications ha individuato le dieci applicazioni che oggi non possono mancare al lavoratore in mobilità:

1) OpenScape Mobile – estende le soluzioni di Unified Communications ad un utilizzo in mobilità, ed offre l'innovativa funzione Call Swipe, che consente di trasferire una chiamata dallo smartphone al telefono fisso, e viceversa, con un solo tocco.

2) Dropbox for teams – permette di accedere ai file presenti nelle proprie cartelle da qualsiasi device, nonché di condividerle, così da agevolare il flusso di lavoro; nella versione business, offre maggiore spazio di archiviazione e pone particolare attenzione alla sicurezza dei documenti.

3) QuickOffice Pro – indispensabile per creare, aprire e modificare documenti, fogli di calcolo e presentazioni, PDF (su cui si possono aggiungere note e contrassegni), in mobilità; lavora in sinergia con i principali servizi di cloud, per ottimizzare la reperibilità e la condivisione dei documenti di lavoro.

4) Evernote for Business – questa app offre un taccuino virtuale e multimediale per prendere appunti sotto forma di testo, immagine, voce, disegno; nella sua versione business, permette di creare una rete aziendale di idee in modo che la conoscenza collettiva possa essere archiviata ed organizzata, e quindi condivisa.

5) Tripit - permette di tenere nota agevolmente dell'organizzazione dei propri viaggi, dagli hotel ai voli aerei, dal noleggio auto alla prenotazione del ristorante, in modo che siano consultabili in qualsiasi luogo e momento, anche offline; l'app fornisce le previsioni meteo e la possibilità di condividere le info con famiglia e colleghi.

6) Astrid – è l'assistente personale fatta ad app, tiene traccia della lista di attività da svolgere a cui si possono assegnare grado di priorità, scadenza, ore di lavoro previste, note e remainder, ed organizza un calendario che è accessibile da qualsiasi device e si può condividere con i colleghi. È geolocalizzata, quindi può persino inviare promemoria in base al luogo in cui ci si trova.

7) CamScanner – trasforma lo smartphone in uno scanner, digitalizzando in formato PDF qualsiasi documento, fra cui biglietti da visita, contratti, appunti, articoli di giornale: ottimizza e ritaglia l'immagine e permette di condividerla o conservarla in vari modi, in sinergia con altre app.

8) Flipboard – raccoglie notizie da tutto il mondo in base agli argomenti scelti, attingendo da numerose fonti (compresi i social network che si utilizzano); il punto forte dell'app è la possibilità di personalizzazione oltre all'originale veste grafica.

9) My Eyes only Pro – se si hanno numerose password, ricordarsele tutte alcune volte può non essere così semplice. Questa app fornisce un modo semplice e sicuro di archiviare tutte le password e tutte le informazioni critiche riservate a cui è possibile accedervi velocemente.

10) Splashtop – permette di accedere dallo smartphone all'interfaccia del proprio PC e ai suoi contenuti, per recuperare velocemente file e cartelle che non si hanno a portata di mano.

Roberta Ragni

GreenBiz.it

Network