Menu

podemosprogramma

Se pensiamo ad un catalogo quale ci viene in mente? Sicuramente per molti la risposta sarà la stessa: il catalogo Ikea. Proprio per la sua riconoscibilità estrema è stato usato come ispirazione per realizzare il programma elettorale del partito spagnolo Podemos.

Alla base, l’idea è che la Spagna è come una casa. Va arredata, va svecchiata. Il programma elettorale non è più racchiuso nel “santino” di un candidato, in una foto fredda o in pagine e pagine di documentazione che in pochi leggono davvero.

Questo programma elettorale è vivo perché i suoi protagonisti sono i candidati, ritratti come se fossero ritratti proprio da Ikea. Sembra di sfogliare il catalogo del mobilificio, se non fosse che nelle varie stanze compaiono quei candidati e ognuno diventa simbolo di un punto del programma.

Si tratta di un catalogo comunque sostanzioso, di ben 192 pagine, che potrebbe essere un’arma in più per il partito radicale, pronto a diventare il primo della sinistra spagnola dopo le elezioni del 26 giugno. Per chi volesse la versione cartacea, costa 1,80 euro. Online è consultabile la versione digitale.

L’idea pare sia venuta non ad un’agenzia di marketing, ma a Carolina Bescansa, una deputata del partito, la stessa che a gennaio ha suscitato clamore per aver portato in Parlamento il suo bimbo di 5 mesi con l’intento di far capire quanto sia complicato per una donna conciliare lavoro e famiglia.

podemos cocinas

podemos energia

podemos asilo

Anna Tita Gallo

LEGGI anche:

Referendum trivelle: falso volantino con Renzi sostenitore del SI

“Non mi rifiuto”: il rap su raccolta differenziata e riciclo per sensibilizzare i giovani (VIDEO)

L’amore ai tempi di Ikea: campagne geniali e sostegno alle cause civili

GreenBiz.it

Network